menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

3,7 milioni per lo sport dilettantistico e di base. «Momento complicato per il Covid»

Il finanziamento da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo

Tre milioni e 700 milla euro dalla Regione Lombardia e da Fondazione Cariplo per le associazioni regionali sportive: sono 551 le società sportive dilettantistiche lombarde finanziate con questa operazione, compresi comitati e delegazioni regionali costretti a fermarsi durante l'emergenza sanitaria. 

Il contributo è fino a 10 mila euro, comprendendo sia le spese ordinarie sostenute dalle società sportive sia quelle legate all'emergenza sanitaria. Il contributo assegnato è pari al massimo al 70% delle spese ammissibili.

Due le linee di finanziamento: la prima a favore dei comitati e delegazioni regionali che hanno visto accolte 12 domande per un totale di 100 mila euro; la seconda linea è destinata alle 539 associazioni società sportive dilettantistiche che riceveranno un contributo regionale a fondo perduto per un totale di 3 milioni e 685 mila euro.

Una riserva delle risorse è stata destinata per l'attività sportiva delle persone con disabilità e, in questo senso, sono 15 le domande presentate e finanziate per un contributo totale di 108 mila euro. Il bando punta a salvaguardare il diritto allo sport per tutti, tutelando la rappresentatività di tutte le discipline sportive e la capillare presenza delle associazioni e società sportive dilettantistiche sul territorio lombardo.

«Il bando sostiene il sistema sportivo di base lombardo, la cui operatività è stata ed è duramente colpita dalla emergenza sanitaria Covid-19. Un obiettivo raggiunto - ha spiegato Martina Cambiaghi, assessore allo Sport e Giovani di Regione Lombardia - grazie anche alla forte sinergia con Fondazione Cariplo, che ringrazio per aver immediatamente accolto la proposta di fare un'iniziativa condivisa a favore dello sport, stanziando un milione di euro».

«Il mondo sportivo sta attraversato un momento storico molto complicato - ha proseguito - e con questa misura vogliamo dare un iniziale aiuto concreto alle società sportive. Siamo la regione più sportiva d'Europa e vogliamo tornare ad essere il centro del mondo sportivo italiano».

Contraccolpi dopo ultimo Dpcm

«Dopo l'ultimo Dpcm - ha evidenziato l'assessore Cambiaghi - le attività sportive di base hanno subìto un altro grave e grande colpo. L'impegno che vogliamo assumerci è trovare soluzioni, da sottoporre anche al Ministero, finalizzate a sostenere in modo concreto un settore così importante per la salute e la società». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento