menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milan-Lazio, Allegri: "Sentirò Berlusconi dopo la partita"

"Mi assumo responsabilità, la squadra uscirà da questo momento", ha detto l'allenatore dei rossoneri

"Se un allenatore non fa risultati è normale che sia in bilico e messo in discussione". Massimiliano Allegri replica così a chi gli chiede se si senta a rischio, dopo il ko a Parma. "Mi assumo le responsabilità - spiega -. Ho sentito il presidente prima della partita di domenica, lo risentirò prima della sfida di domani contro la Lazio. Con lui ho un ottimo rapporto, ci possono essere vedute diverse. Finora i risultati li ho sempre ottenuti, ora vedremo. La squadra uscirà da questo momento".

>> LA DIRETTA <<

"È una stagione difficile con diverse squadre che si sono rafforzate e noi siamo in netto ritardo. Bisogna rimboccarsi le maniche, lavorare e parlare poco. A Natale -assicura Allegri- la classifica del Milan sarà diversa, stanno rientrando tutti gli infortunati e il futuro sarà sicuramente migliore. Ci sono momenti che prendi un tiro da 35 metri e finisce all'angolino, magari tra un pò va fuori. Ma non sono d'accordo con chi dice che il Milan ha avuto un brutto approccio alla partita di Parma. Abbiamo commesso due errori in un tempo e subìto due gol". 

Allegri si gioca molto. "La Lazio è in un buon momento, sarà una partita difficile e bisognerà stare molto attenti, cercando di eliminare quegli errori che ci stanno penalizzando. Per noi è importante fare risultato", dice il tecnico prima di fornire qualche anticipazione sulla formazione a partire dalla difesa, il reparto più in emergenza. "Domani giocheranno Abate a destra, Zapata e Zaccardo al centro e De Sciglio a sinistra". 

>> PROBABILI FORMAZIONI << 


Fra i pali, vista anche l'assenza di Abbiati, toccherà ancora a Gabriel. "Domenica ha fatto una bella partita, è giovane e in crescita. È stata un scelta tecnica e finchè non rientrerà abbiati in porta gioca lui", spiega Allegri, che si affiderà ancora al 4-3-3: "È un anno e mezzo che lavoriamo su questo sistema di gioco, poi se durante la partita ci sarà òa necessità giocheremo come a Parma. Ma credo che al momento la soluzione migliore sia questa". 

E su Kakà: "Ha fatto una buona partita col Barcellona e un buon secondo tempo contro il Parma. Deve trovare una condizione migliore rispetto a quella che ha ora per avere i 90 minuti nelle gambe. Io cerco di gestirlo nel migliore dei modi, può essere un valore aggiunto a livello tecnico e morale. Ci sono tutti i presupposti perchè possa fare una grande stagione".

Infine una battuta anche sul mercato. Allegri non teme di perdere Mario Balotelli a gennaio. "Assolutamente no. Può capitare di giocare male, ma se lo fa Mario tutto viene elevato alla massima potenza", ha detto l'allenatore del Milan, sottolineando che Balotelli "deve saper gestire le proprie energie nervose perchè è un personaggio mediatico importante. Ma va lasciato in pace e valutato per quello che fa in campo come ogni calciatore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento