Sport

Sotto al Madonnina trionfa un canadese: Hesjedal vince Giro d'Italia

Ryder Hesjedal ha vinto senza dominare, prendendo per la prima volta la maglia rosa dopo la 7/a tappa, nel giorno del trionfo del siciliano Paolo Tiralongo a Rocca di Cambio

Il vincitore alza al cielo la coppa della corsa rosa

Hesjedal-2Ryder Hesjedal ha vinto senza dominare, prendendo per la prima volta la maglia rosa dopo la 7/a tappa, nel giorno del trionfo del siciliano Paolo Tiralongo a Rocca di Cambio. L'ha ceduta per la prima volta il 15 maggio, ad Assisi, allo spagnolo Joaquin Rodriguez; se l'é ripresa per un giorno il 19, al termine della tappa di Cervinia, vinta da Amador.

Infine, l'ha indossata definitivamente a Milano, sia pure per pochi secondi.

Un tira e molla che lo ha premiato. Rispetto al Giro dello scorso anno un successo italiano in più (sei), mentre nel 2011 erano stati cinque e sempre sei nel 2010 (nel 2009 erano stati addirittura otto): Tiralongo a Rocca di Cambio, Pozzovivo sul Lago Laceno, Ferrari a Montecatini Terme, Rabottini a Piani dei Resinelli, Guardini a Vedelago e Pinotti a Milano.

Quindici le vittorie straniere (compresa quella nella cronosquadre della Garmin-Barracuda): l'unico a vincere due volte è stato Rodriguez, mentre Cavendish ha calato il tris. La Spagna è la nazione straniera che ha vinto più tappe: oltre alle due di Rodriguez, ci sono state quelle di Izaguirre e Ventoso.

Una a testa le hanno vinte lo statunitense Phinney, l'australiano Goss, il colombiano Rubiano, il danese Bak, il costaricano Amador, il ceco Kreuziger e il belga De Gendt. Oltre a Hesjedal e Rodriguez hanno vestito la maglia rosa lo statunitense Phinney, il lituano Navardauskas e l'italiano Malori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto al Madonnina trionfa un canadese: Hesjedal vince Giro d'Italia

MilanoToday è in caricamento