Milan, senti Ibrahimovic: "Ci vediamo in Italia, in una squadra che deve vincere di nuovo"

Lo svedese si confessa a Gq Italia. E le sue parole fanno sognare i tifosi rossoneri

Una promessa: "Ci vediamo presto in Italia". E una speranza, per la parte milanista del Naviglio, che quella promessa sia a tinte rossonere. Zlatan Ibrahimovic, ex mai dimenticato, torna a far sognare i tifosi del Milan, che in questi ultimi giorni sperano sempre più in un ritorno dello svedese sotto la Madonnina.  

Nei giorni scorsi, l'attaccante - che ha appena concluso la sua esperienza ai Los Angeles Galaxy - si è confidato in una lunga intervista a Gq Italia, che uscirà nelle edicole giovedì. 

Uno dei passaggi più importanti, inevitabilmente, è stato quello sul futuro dello svedese, che è conteso dal Milan e dal Bologna dell'amico Sinisa Mihajlovic.

"Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti - le parole di Zlatan, che a Milano ha indossato anche la maglia dell'Inter -. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora. Come calciatore non si tratta solo di scegliere una squadra - ha continuato - ci sono altri fattori che devono quadrare. Anche negli interessi della mia famiglia. Ci vediamo presto in Italia". 

In tanti hanno letto nelle parole di Ibra un'apertura al mondo Milan che - ed è innegabile - "deve vincere di nuovo e rinnovare la propria storia". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attesa di sapere cosa ne sarà di Ibrahimovic, lui stesso ha garantito di essere pronto e ancora in forma. "Ci sono calciatori che giocano a calcio e altri che pensano il calcio. Quando uno pensa inventa un nuovo modo di fare calcio, gli altri seguono e basta. Io - ha concluso Zlatan - amo fare la differenza. Non voglio fare bene solo una o due cose, voglio farle bene tutte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento