menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milan: dopo la batosta con l'Atalanta potrebbe (sul serio) arrivare Ibrahimovic?

L'offerta è ancora sul tavolo

Non che possa essere la risposta definitiva ai problemi del Milan - 38 anni, fine carriera, da tempo lontano dal calcio che conta -, ma Zlatan Ibrahimovic, almeno per lo spogliatoio, potrebbe dare una mano importante.

Si respira di nuovo "ottimismo", infatti, a Casa Milan per l'arrivo a gennaio dello svedese. Dopo settimane di stallo, il 38enne, secondo quanto filtra dall'area sportiva del club, sarebbe pronto ad accettare l'offerta del club rossonero, reduce dall'umiliazione (0-5) contro l'Atalanta.

Una batosta che ha lasciato perplessi i dirigenti, per cui queste sono state ore di riflessione sul lavoro svolto. La posizione di Stefano Pioli resta comunque salda.

"Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti - aveva detto l'attaccante -. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora. Come calciatore non si tratta solo di scegliere una squadra - ha continuato - ci sono altri fattori che devono quadrare. Anche negli interessi della mia famiglia. Ci vediamo presto in Italia". 

In tanti avevano letto nelle parole di Ibra un'apertura al mondo Milan che - ed è innegabile - "deve vincere di nuovo e rinnovare la propria storia". 

In attesa di sapere cosa ne sarà di Ibrahimovic, lui stesso ha garantito di essere pronto e ancora in forma. "Ci sono calciatori che giocano a calcio e altri che pensano il calcio. Quando uno pensa inventa un nuovo modo di fare calcio, gli altri seguono e basta. Io - ha concluso Zlatan - amo fare la differenza. Non voglio fare bene solo una o due cose, voglio farle bene tutte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento