Sport

Icardi, che bordate all'Inter: "Con loro non ho vinto niente, adesso è il momento dei titoli"

L'ex capitano nerazzurro al veleno: "Ho giocato sette anni ma non abbiamo vinto niente"

Se era davvero amore, adesso è finito. Mauro Icardi, fresco sposo del Psg ed ex capitano dell'Inter, sembra aver già messo da parte i suoi sette anni con la maglia nerazzurra addosso per lanciarsi, anima e corpo, nell'avventura parigina. 

Proprio dalla capitale francese, dove è arrivato nell'ultimo giorno di mercato al termine di un estenuante tira e molla con la società meneghina, Maurito ha dedicato parole per niente al miele alla sua ex squadra. 

"Ho giocato 7 anni nell'Inter, il mio sogno era giocare la Champions con loro e l'ho realizzato, ma non abbiamo vinto niente - la bordata dell'argentino dai microfoni di Canal Plus -. Era arrivato il momento di andare in un club vincente, che conquista dei titoli. Ora bisogna iniziare a vincere, la verità è che giocare in un club come il Psg con tanti campioni era quello che volevo".

E quindi, ancora, nonostante avesse salutato l'Inter con un eloquente "arrivederci". "Sono venuto al Psg per giocare. Se arrivi con un’opzione di acquisto, devi dare il meglio affinché il club ti acquisti. Vedremo che succederà la prossima estate. Darò tutto per farmi acquistare".

Poi, in conclusione, un passaggio sulla moglie agente Wanda Nara, che tante volte aveva "agitato" il rapporto tra Icardi e i compagni: "Credo sia stata la decisione migliore per la mia famiglia e per la mia carriera. Sono una persona che tratta alla stessa maniera gli uomini e le donne. Ho tre figli e due figlie - ha concluso l'ex 9 nerazzurro -, do le stesse cose a tutti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Icardi, che bordate all'Inter: "Con loro non ho vinto niente, adesso è il momento dei titoli"

MilanoToday è in caricamento