Ibra, un mese di stop dopo infortunio in allenamento. Ma a fine stagione lo svedese lascerà il Milan

Quasi certo il trasferimento (in Patria o al Bologna). Intanto Ibra è in Svezia dalla famiglia per qualche giorno

E' tornato per qualche giorno in Svezia dalla famiglia Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, infortunatosi il 25 maggio durante un allenamento a Milanello. A questo proposito è stato scongiurato lo scenario peggiore, cioè una lesione al tendine di Achille che avrebbe potuto addirittura compromettere la carriera del 39enne.

Ibra ha riportato una lesione al muscolo soleo del polpaccio destro: lo hanno stabilito le visite mediche, che si ripeteranno tra circa otto giorni per appurare la situazione. Lo stop che si preannuncia è di circa un mese: considerando che la ripresa del campionato di Serie A è calendarizzata per il 20 giugno, Ibra potrebbe quindi giocare ancora qualche partita in rossonero.

E' però sempre più probabile l'addio al Milan al termine della stagione. Lo svedese ha un contratto di sei mesi da gennaio 2020, rinnovabile per un anno: ma i rapporti con la società non sono idilliaci e Ibrahimovic potrebbe decidere di andare a giocare nel Bologna, allenato da Sinisa Mihajlovic con cui ha un'ottima intesa, oppure nell'Hammarby, club di Stoccolma con cui Ibra (che detiene una quota di proprietà) si è allenato durante il lockdown.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

Torna su
MilanoToday è in caricamento