Martedì, 26 Ottobre 2021
Sport

Insulti razzisti al portiere del Milan: identificato l'autore del video, è un rappresentante sindacale

È stato immediatamente espulso dal suo Juve Club

Dopo una breve indagine, le forze dell'ordine sono riuscite a identificare l'uomo che nella sera di domenica 19 settembre, durante il riscaldamento precedente la sfida di Serie A tra Juventus e Milan (terminata 1-1), aveva urlato insulti razzisti al portiere rossonero, il francese 26enne Mike Maignan.

Il calciatore era stato preso di mira dallo spettatore con una serie di offese razziste (intervallate da una sequela di bestemmie) e il tutto era stato immortalato in un video che aveva iniziato a circolare diventando virale sui social. Ora l'autore degli improperi è stato individuato: si tratta di un operaio di un'azienda di Rovigo, dove tra l'altro è anche rappresentante sindacale (occupandosi quindi di diritti altrui), e componente dello Juventus Club Gaetano Scirea di Castagnaro (Verona), che ne ha immediatamente annunciato l'espulsione. La cantilena di insulti gli è costata una denuncia per istigazione all'odio razziale, una multa per violazione del regolamento dell’impianto sportivo e un divieto di accesso agli impianti sportivi (Daspo).

Lo scorso martedì, a due giorni dall'accaduto, Maignan aveva pubblicato un testo dal suo profilo Instagram in cui si legge: "Domenica sera all’Allianz Stadium alcuni tifosi bianconeri mi hanno preso di mira con insulti e grida razziali. Cosa volete che dica? Che il razzismo è sbagliato e che quei tifosi sono stupidi? Non si tratta di questo. Non sono né il primo né l’ultimo giocatore a cui questo succederà. Finché questi eventi vengono trattati come 'incidenti isolati' e non viene intrapresa alcuna azione globale, la storia è destinata a ripetersi ancora e ancora e ancora".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti al portiere del Milan: identificato l'autore del video, è un rappresentante sindacale

MilanoToday è in caricamento