rotate-mobile
Sport

L'Inter parla cinese: l'assemblea dei soci ratifica il passaggio al Suning Group

Moratti abbandona la società. La delegazione cinese: "E' un esempio da seguire"

L'Inter parla cinese. L'assemblea dei soci, riunita all'hotel Palazzo Parigi di Milano, ha ratificato martedì mattina, all'unanimità, l'acquisto del 68,55% delle quote azionarie da parte del gruppo Suning Holdings. Il passaggio di proprietà segna anche l'addio definitivo di Massimo Moratti, che finora, dopo avere venduto la maggioranza della società nerazzurra a Erick Thohir, aveva tenuto una quota di minoranza.

E proprio per Moratti è stato uno dei primi pensieri di Yang Yang, dirigente del gruppo Suning, che dell'ex presidente ha parlato come "un modello a cui ispirarsi". Il gruppo Suning possiede anche una squadra di calcio cinese, lo Jiangu Sunung Football Club. Quanto a Moratti, ha dichiarato che "i cambi di gestione prevedono sempre nuovi progetti e nuove idee. Questo nuovo gruppo mi sembra molto bravo nei confronti dell'Inter per le buone intenzioni e molto capace per il tipo di industria che fanno".

E sugli investimenti dall'oriente, Moratti ha commentato che "dobbiamo ringraziare il cielo che ci sia qualcuno che abbia tanta passione e voglia di investire in questo campo". Ai tifosi, infine, ha chiesto "di continuare a volere bene all'Inter".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Inter parla cinese: l'assemblea dei soci ratifica il passaggio al Suning Group

MilanoToday è in caricamento