menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter-Genoa 2-0 | Nagatomo e Palacio: primi tre punti per Mazzarri

Nei primi quarantacinque minuti succede davvero poco, con il Grifone che si difende bene. Nagatomo, nella ripresa, decide la sfida di San Siro. Nel finale raddoppia Palacio

L'Inter vince 2 a 0 contro il Genoa, nell'esordio del campionato di Serie A 2013/14. Il primo tempo di San Siro non passerà di certo agli annali del calcio. Succede ben poco con Samir Handanovic e Mattia Perin mai chiamati in causa degli attacchi avversari. Nel secondo tempo entrano Mauro Icardi (che colpisce una traversa) e Mateo Kovacic ma il Grifo non molla e rimane compatto. 

Nel finale Yuto Nagatomo da pochi centimetri segna il gol vittoria.  Al 92' Rodrigo Palacio chiude la partita. Prima dell'inizio della gara e nonostante l'apertura dei cancelli quattro ore prima della partita, molte persone sono rimaste in attesa di poter ritirare il biglietto. Lo stesso inconveniente era capitato alcuni giorni fa in occasione della gara di Coppa Italia tra Inter e Cittadella. 

MORATTI FRENA L'ADDIO - "Non è bello dire l'ultima. Non mi piace dirlo e non credo": così, sorridendo, Massimo Moratti ha risposto a chi gli domandava se quella di oggi con il Genoa sarebbe stata la sua ultima partita da presidente dell'Inter. "Ci sono discorsi con l'altra parte verso un accordo che per il momento non è stato raggiunto - ha aggiunto Moratti parlando della trattativa con Erick Thohir -, sennò rimarrà tutto come prima per la delusione di chi ne parla".

STANKOVIC SALUTA - Prima del fischio d'inizio giro di campo per Dejan Stankovic, che ha salutato San Siro e dato ufficialmente l'addio al calcio. "Il primo anno all'Inter è stato difficile, poi dal secondo abbiamo cominciato a vincere. L'immagine più bella è sempre quella di Madrid. Da domani cosa farò? Continuo come tifoso ma non voglio dirvi cosa farò, presto farò un annuncio", ha detto il serbo.

>> LA CLASSIFICA DEL CAMPIONATO << 
 

LE SCELTE -  Esordio dell'Inter in campionato contro il Genoa: Walter Mazzarri punta su Ricky Alvarez subito dietro Palacio. Il modulo è il 3-5-1-1 con Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan, Guarin, Cambiasso, Kuzmanovic, Nagatomo, Alvarez, Palacio. Risponde il Genoa con un 4-3-2-1: in avanti Gilardino unica punta. A supporto Bertolacci e Santana. 

INIZIO SENZA EMOZIONI - L'Inter aspetta il Genoa e riparte con la velocità di Guarin e la classa di Alvarez. Il centrocampo di Mazzarri è sempre molto alto e il ritmo ne giova con Jonathan e Nagatomo sempre alti sulle corsie laterali. La prima vera occasione è per Ranocchia che, al 12', di testa manda di poco a lato. Il Genoa di Liverani si chiude però bene anche se fatica a costruire gioco sbagliando troppo negli ultimi 30 metri. 

L'INTER INSISTE - Nei primi 25 minuti, però, succede davvero poco fino ad una buona occasione per Jonathan che prova una soluzione al limite tra il tiro e il cross, il pallone si spegne sul fondo senza che né Palacio né Guarin riescano a intervenire. Dopo la mezzora la squadra di Mazzarri alza il baricentro. Ali larghe, palloni in verticale e continuo movimento. D'altro canto, però, Palacio resta troppo isolato e Portanova e Manfredini non soffrono più di tanto a chiudere gli spazi e il primo tempo finisce così. 

>> LA CLASSIFICA DEI MARCATORI << 

CAMBIO MARCIA NELLA RIPRESA - I nerazzurri, con gli stessi undici, provano ad alzare il volume della radio. Mazzarri al 51' cambia: fuori Kuzmanovic e dentro Icardi. L'Inter passa con le due punte di ruolo. Passano pochi secondi e Maurito ci prova di testa: facile per Perin. L'ingresso dell'argentino vivacizza i compagni che puntano con insistenza i diretti avversari. Poco dopo sgroppata di Guarin e cross al centro ma nessuno arriva con i tempi giusti per far gol. 
 

>> LE PAGELLE DI INTER-GENOA <<

IL GOL NEL FINALE - Si entra così negli ultimi 20 minuti. Al 25' ci prova Guarin da fuori ma Perin è attento. Gli allenatori cambiano le carte: entrano Kovacic e Konate, rispettivamente al posto di Cambiasso e Bertolacci. Al 76' l'Inter passa in vantaggio. Cross in mezzo di Jonathan con Nagatomo e Palacio che insaccano contemporaneamente.

Il tocco decisivo, però, sembra quello del giapponese. Esplode San Siro. E' il terzo gol di Nagatomo al Genoa. Poco dopo Icardi, ancora di testa, sfiora il gol colpendo la traversa. I rossoblu sono alle corde e anche Ranocchia e Jonathan sfiorano il raddoppio che arriva con Palacio che al 92' fa 2 a 0. Non c'è più tempo però: finisce così e Mazzarri festeggia i primi tre punti sulla panchina nerazzurra. 

TABELLINO GENOA-INTER
Inter (3-5-1-1):
Handanovic 6; Campagnaro 6,5, Ranocchia 6, Juan Jesus 6; Jonathan 6,5, Guarin 5,5, Cambiasso 6 (26' st Kovacic 6), Kuzmanovic 6 (7' st Icardi 6), Nagatomo 6; Alvarez 6,5 (40' st Taider sv); Palacio 6,5. A disp.: Carrizzo, Castellazzi, Andreolli, Rolando, Wallace, Pereira, Olsen, Mudingayi, Belfodil. All.:Mazzarri 
Genoa (4-3-2-1): Perin 6; Vrsaljko 6,5, Manfredini 6,5, Portanova 6,5, Antonelli 6; Kucka 6 , Lodi 5,5, Cofie 6 (43' st Sturaro sv); Bertolacci 5,5 (26' st Konate 6), Santana 6 (40' st Floro Flores sv); Gilardino 5. A disp.: Donnarumma, Zima, Sampirisi, De Maio, Gamberini, Blaze, Velocci, Martinez, Matuzalem. All. Liverani
Marcatori: Nagatomo (I), Palacio (I)
Ammoniti: Gilardino (G), Perin (G), Jonathan (I), Guarin (I)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento