Sport

Inter-Juventus 1-2 | Maicon non basta. I bianconeri espugnano San Siro

Nell'anticipo serale i bianconeri s'impongono 2-1 a San Siro e tornano al comando della classifica. Il montenegrino e il centrocampista firmano il successo, Maicon solo il momentaneo pari. Nerazzurri in zona retrocessione

L'esultanta di Vucinic dopo il gol juventino (foto Tm News/Infophoto)

Prova di maturità per la Juventus nel big match serale di San Siro contro l'Inter. I bianconeri, grazie a due reti, si sono imposti per 2-1 scacciando ancora più indietro i nerazzurri e riprendendosi la vetta solitaria della classifica. Juventus in vantaggio al 12' con un destro di Vucinic da pochi passi. Il pareggio dell'Inter, arrivato con Maicon al 28', dura solo cinque minuti. Al 33', dopo una traversa di Pazzini, arriva il gol vittoria di Marchisio. La Juventus con questa vittoria consolida la vetta in classifica.

IL MATCH - Squadra al completo per Conte, che deve rinunciare solo all'infortunato Giaccherini. Buffon recupera in extremis e si riprende la maglia numero uno. In difesa Lichtsteiner e Chiellini esterni, con Barzagli e Bonucci centrali. Centrocampo a tre con Vidal, Pirlo e Marchisio. Davanti Pepe, Matri e Vucinic. Del Piero parte dalla panchina, Krasic ancora una volta in tribuna.anieri deve rinunciare agli infortunati Samuel, Thiago Motta, Ranocchia, Poli, Coutinho, Julio Cesar e Forlan. In porta c'è Castellazzi; in difesa Maicon a destra e Nagatomo a sinistra, con Lucio-Chivu centrali.

In mezzo intoccabile Zanetti a destra, mentre Cambiasso e Obi a sorpresa sono in campo con Stankovic, affaticato, in panchina. In attacco Sneijder alle spalle di Zarate e Pazzini. Al 4', prima palla gol dell'incontro: calcio di punizione per l'Inter, torre di Maicon per Cambiasso che prova il sinistro al volo e sfiora il palo alla sinistra di Buffon. L'Inter prova a fare il match ma la Juve in contropiede è pericolosa e al 12' passa con  Lichtsteiner che tutto solo sulla destra mette al centro per Matri, tocco sottoporta respinto da Castellazzi, sulla ribattuta arriva Vucinic che insacca: 0-1. Passa un minuto e Juve vicina al raddoppio: contropiede, pallone in profondità per Matri che dal limite sfiora il palo alla sinistra di Castellazzi. Dopo 60 secondi la squadra di Conte manca ancora il gol e l'Inter allora pareggia: destro in diagonale di Maicon, Bonucci sulla traiettoria devia quel tanto che basta per fregare Buffon, pallone che si infila all'incrocio dei pali.

La partita è vibrante e Pazzini, con un colpo di testa, fa tremare la traversa. La Juve però non sta a guarda e rimette la testa avanti: Lichtsteiner dentro per Matri, tocco per Marchisio che dal limite batte Castellazzi, con il pallone che si infila nell'angolino basso alla sinistra del portiere nerazzurro. Al 40' l'espisodio che farà discutere con la Juventus vicina al terzo gol: lancio in profondità per Marchisio pescato tutto solo in area, il centrocampista prova il pallonetto su Castellazzi in uscita ma il pallone finisce sul fondo. Nell'uscita il portiere prende nettamente con i piedi il giocatore della Juventus. Rigore netto negato alla Vecchia Signora prima della fine del primo tempo. Ranieri prova a mischiare le carte e inserisce Castaignos, Stankovic e Alvarez per Zarate, Obi e Sneijder ma i cambi non danno effetto. I nerazzurri ci provano, i bianconeri si chiudono e l'Inter sbatte sempre sul muro juventino. La squadra di Conte espugna così San Siro e conserva la vetta in classifica.

>> LE PAGELLE <<

LA SVOLTA - Il cinismo della squadra di Antonio Conte fa la differenza in positivo per i bianconeri. La Juve, pur non giocando benissimo, vince ed espugna San Siro contro un Inter sempre più malandata.

POST GARA - Antonio Conte, ospite di Sky Sport, commenta così il successo della Juventus in casa dei nerazzurri: "Stasera sono arrivati tre punti importanti per restare in testa alla classifica. È in grande premio per il lavoro ed i sacrifici dei miei ragazzi - prosegue l'allenatore -. Abbiamo cercato di fare del nostro meglio. Sono contento perchè non è facile venire a San Siro e battere una squadra come l'Inter". Secondo Conte "è stata una partita intensa, con grande pressing e verso la fine c'era un pò di stanchezza da entrambe le parti essendo la terza partita in otto giorni. A noi manca ancora un pò di cinismo, questa partita andava chiusa prima. Dobbiamo migliorare in continuità, essere più presenti e saper 'riposarè tenendo palla". "Sono soddisfatto. Abbiamo giocato con la squadra più in forma del campionato e abbiamo avuto momenti molto buoni. Loro sono stati più attenti e cinici e alla fine il risultato ci condanna, ma io non demordo". Claudio Ranieri, ai microfoni di Sky, commenta così a caldo la sconfitta dell'Inter contro la Juve. "Il primo tempo mi è molto piaciuto, noi abbiamo giocato ma loro ci hanno colpito sulle uniche azioni valide - prosegue Ranieri -. Nella ripresa ho cercato di riequilibrare le forze in campo, ma non avevamo più forze per spingere. Preoccupato per la classifica? No, non la guardo ci sono tanti punti a disposizione, anche se stasera era meglio vincere".

TABELLINO - INTER-JUVENTUS 1-2
Inter (4-3-1-2):
Castellazzi; Maicon, Lucio, Chivu, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Obi (19' st Stankovic); Sneijder (33' st Alvarez); Zarate (1' st Castaignos), Pazzini. A disp.: Orlandoni, Cordoba, Jonathan, Milito. All.: Ranieri
Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Chiellini; Marchisio, Pirlo; Pepe, Vidal, Vucinic; Matri (24' st Estigarribia). A disp.: Storari, De Ceglie, Pazienza, Elia, Quagliarella, Del Piero. All.: Conte.
Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 12' Vucinic (J), 29' Maicon (I), 33' Marchisio (J)
Ammoniti: Sneijder (I); Bonucci, Vidal, Chiellini, Pepe, Pirlo (J)
Espulsi: nessuno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Juventus 1-2 | Maicon non basta. I bianconeri espugnano San Siro

MilanoToday è in caricamento