rotate-mobile
Sport

Inter, Moratti: "Io presidente con Thohir? Ci penserò"

Due gruppi insieme per l'Inter. L'ufficialità dell'accordo è sempre più vicina

Il passaggio di consegne non sarà per forza un passaggio di cariche. Massimo Moratti ed Erick Thohir sono ad un passo dal ratificare un accordo nato poco prima dell'estate e passato attraverso tre faccia a faccia e innumerevoli confronti tra i rispettivi studi legali, ma assieme alle quote del club il magnate indonesiano potrebbe non ricevere il ruolo di presidente, per sua stessa volontà. 

È lui ad aver chiesto a Moratti di restare come presidente, una mossa che l'attuale numero uno ha molto apprezzato. "C'è tempo per pensarci, ma questo dimostra l'atteggiamento amichevole di Thohir e il fatto che saremo due gruppi in sostegno della società, non uno che arriva e uno che se ne va. Questa è una cosa che piace a me e anche a lui", ha detto a margine del Cda della Saras di stamattina. Ce ne sarà un altro a breve di Consiglio d'amministrazione, stavolta del club, entro lunedì. 

"Servirà a chiarire l'evoluzione della vicenda", ha continuato Moratti, che dovrebbe presentarsi all'Assemblea dei soci di fine ottobre con un quadro completamente definito. Se di ritorno dall'incontro con Thohir il presidente aveva chiesto un mesetto per la chiusura della trattativa, oggi lo stesso magnate indonesiano ha confermato da Giacarta che il discorso tra le parti "sta proseguendo bene, ma ci vuole tempo", elogiando Moratti "per aver svolto un lavoro incredibile". Thohir ha assicurato che arriverà a Milano "per far crescere il club". L'ufficialità dell'accordo è sempre più vicina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter, Moratti: "Io presidente con Thohir? Ci penserò"

MilanoToday è in caricamento