rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Inter al palo: pareggio e ultimo posto nel suo girone di Champions

Niente da fare per i nerazzurri ieri sera, che hanno pareggiato 2 a 2 con la Dinamo Kiev di Shevchenko. Sorpresa anche per il Barcellona, diretto concorrente di Mourinho e soci, sconfitto in casa dal Rubin Kazan

Niente da fare. Il complesso Champions continua a inseguire l’Inter che pareggia in casa per due a due contro la Dinamo Kiev e, attualmente, diventa fanalino di coda del proprio girone.

Girone strano e complicato perché i campioni in carica del Barcellona si fanno sorprendere in casa dal Rubin Kazan, cosicché la classifica vede a quattro punti tutte e tre le squadre tranne i nerazzurri, a tre punti. Nulla di compromesso ma bisognerà incominciare a vincere già a Kiev nel prossimo turno per non complicarsi ulteriormente la situazione. Con l’equilibrio che regna nel girone e la partita finale al Camp Nou, l’Inter non può più fare calcoli.

I nerazzurri giocano col modulo di Genova, confermando per dieci undicesimi la squadra di sabato: l’unico nuovo innesto è Eto’o che va a fare la punta centrale al posto di Balotelli, squalificato. Nella Dinamo Kiev si rivede una vecchia conoscenza del nostro calcio, lo spauracchio Shevchenko.

Pronti via e si capisce subito che la squadra non è quella splendida vista a Marassi. Tantissimi errori e, su uno di questi, la Dinamo passa: liscio di Zanetti dopo un calcio di punizione avversario, la palla giunge a Mikhalik che gira bene sul primo palo. Doccia fredda che potrebbe diventare gelata quando Sheva di testa fa la barba al palo.

Così ci deve pensare il solito Stankovic che al 35’ s’invola verso l’area avversaria e anticipa il portiere in uscita con un bel tocco di esterno destro. Pareggio che dura solo cinque minuti perché Lucio la fa grossa: su corner dalla sinistra, il centrale brasiliano infila irrimediabilmente nella propria porta, sorprendendo l’incolpevole Julio Cesar.

L’Inter inizia il secondo tempo con un altro ritmo trovando nuovamente il pareggio sugli sviluppi di un corner: Samuel incrocia benissimo di testa e firma il due a due. I padroni di casa insistono cercando la vittoria: le occasioni migliori capitano a Eto’o e a Suazo ma i due attaccanti non centrano il bersaglio.

Ma è anche la Dinamo a sprecare un’occasione d’oro con Shevchenko che si divora un gol davanti a Julio Cesar, dopo un clamoroso liscio di Lucio. Adesso non si potrà più sbagliare e Mourinho ne è consapevole: “Dovremo vincere necessariamente a Kiev, non ci sono dubbi. È un girone molto equilibrato, lo sapevamo ma sono convinto che alla fine arriveremo tra le prime due. Il prossimo turno potrebbe essere decisivo per le sorti della classifica
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter al palo: pareggio e ultimo posto nel suo girone di Champions

MilanoToday è in caricamento