rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Inter primo 'titulo': 1-0 contro la Roma, Totti perde la testa

I nerazzurri si aggiudicano il trofeo nazionale grazie allo straordinario gol di Milito al 40'. Match nervoso: tanti falli, ammonizioni a raffica e il rosso diretto al capitano giallorosso. Tensione e spintoni al triplice fischio

Succede di tutto all'Olimpico in quella che è molto di più di una finale di Coppa Italia. L'Inter vince per 1-0 all'Olimpico contro la Roma e conquista la 6^ Coppa Italia della sua storia, la prima per José Mourinho. I nerazzurri chiudono il primo tempo in vantaggio grazie al super gol di Milito e riescono nella ripresa a respingere il veemente assalto dei capitolini. La Roma ci prova e le occasioni più ghiotte per i giallorossi sono arrivate all'8' con Juan e al 37' con Vucinic. Nel finale la gara si elettrizza ancora di più: Totti perde la testa e viene espulso al 43' per un calcione rifilato a Balotelli, dopo che Rizzoli lo aveva già graziato per un brutto fallo di reazione su Milito. Il Capitano giallorosso lascia il campo senza batter ciglio. Dopo il triplice fischio invasione di campo di un tifoso (se così possiamo chiamarlo) che attraversa il campo per colpire Cambiasso. Il trasgressore è stato comunque fermato grazie anche all'aiuto di Daniele De Rossi.

Eppure la partita non si era messa benissimo per l'Inter. Mourinho perde subito Sneijder e, primo dello scadere del primo tempo, anche Cordoba entri out per infortunio. Al loro posto Balotelli e Samuel. Il match è spigoloso e molto maschio. Si susseguono diversi falli dall'una e dall'altra parte. Il nervosismo è presente anche sulle panchine. Al 17', Milito in off side insacca e l'arbitro annulla. Josè Mourinho, che ha protestato per l'annullamento del gol per fuorigioco, ha tentato di rivedere sul monitor posto a bordo campo l'azione, ma l'operatore glielo ha impedito. Lele Oriali, al 43', viene espulso. Il Dirigente nerazzurro chiedeva il giallo (sarebbe stato il secondo) per Burdisso, autore di un brutto fallo su Balotelli. Al 40' Milito, si trasforma e dopo una cavalcata sulla destra, conclude con un tiro potente che non lascia scampo a Julio Sergio. Pessimo però l'atteggiamento difensivo della Roma e in particolare di Mexes che non affronta Milito e lascia troppo campo all'attaccante nerazzurro che cinicamente ne approfitta. Il primo tempo si chiude con quattro gli ammoniti, tre giallorossi: Materazzi, Burdisso, Perrotta e Mexes. Quest'ultimo colpevole di aver rifilato un pugno proprio a Materazzi.

Nel secondo tempo la Roma inizia in maniera più pimpante e prova a recuperare lo svantaggio. Ranieri stravolge la sua Roma: fuori Burdisso e Pizarro, dentro Motta e Totti. Rizzoli sorvola su una dura entrata di Perrotta (già ammonito) su Milito. La Roma all'8 sfiora il pari. Punizione di Totti, Julio Cesar respinge centralmente e Juan, a porta vuota, manda di poco alto di testa. Ranieri, capisce che è il momento di osare e gioca la carta Menez al posto di Toni. Ci prova anche Vucinic, ma il montenegrino davanti a Julio Cesar strozza il tiro. La partita rimane nervosissima. Brutto gesto di Totti, che reagisce colpendo a palla lontana Milito: ammonito. La Roma spinge con più convinzione, mentre l'Inter aspetta nella propria metà campo per poi ripartire. Al 79' Riise con un tiro da fuori costringe Julio Cesar alla respinta di pugno. La fiammella della Roma si spegne, ma non si placano gli animi che rimangono roventi tra le fila giallorosse. Totti perde la testa come fece Zidane al Mondiale 2006, insegue Balotelli e lo calcia violentemente. Rizzoli lo butta giustamente fuori. Mourinho, da stratega qual è, sostituisce Balotelli che viene osannato da pubblico e panchina siglando la pace con il mondo nerazzurro. Nel finale anche un accenno di rissa ed un tentativo di invasione di campo. Decisivo l'intervento del tecnico giallorosso Claudio Ranieri, che ha impedito che la situazione degenerasse.

A fine gara i toni non si placano. Parole forti di David Pizarro, ex interista, ad una tv spagnola : "Mai una volta un episodio con l'inter ci va a favore. Il rigore su Toni e Menez erano netti", ha tuonato il cileno". Francesco Totti in mixed zone non si censura: "Balotelli mi aveva detto qualcosa? Sì. Il calcione? Anche per quello che aveva fatto a S. Siro".Ironico il commento di Marco Materazzi ai microfoni della RAI al termine della finale di Coppa Italia vinta contro la Roma: "Gara nervosa? Io ricordo solo un paio di cazzotti presi da Mexes. Comunque lo ringrazio perché oltre a picchiare ci ha dato anche una grossa mano in occasione del nostro gol. Grazie Mexes!".

Claudio Ranieri alla Rai assolve il suo Capitano: "Quello di Francesco è stato un fallo di frustrazione: non doveva farlo. Purtroppo ci abbiamo messo molto tempo prima di carburare, evidentemente sentivamo molto la partita, poi siamo stati condannati da un episodio. Il campionato? Noi non molliamo nulla. Noi ci proveremo fino alla fine con tutte le nostre forze".

Da grande Capitano invece le dichiarazioni rilasciate ai microfoni della RAI da Javier Zanetti, dopo la conquista della Coppa Italia: "E' stata una grande gara, vinta meritatamente da noi. Complimenti a entrambe le squadre che hanno dato vita ad una grande sfida e continueranno a farlo anche in campionato. Ora pensiamo già a domenica, a questa Coppa ci tenevamo tantissimo, ora festeggiamo e poi pensiamo al Chievo. Il nervosismo? Ci dispiace per gli spettatori".



Tensione purtroppo al termine del match. Carica della Polizia ai tifosi della Roma nel piazzale che porta allo stadio. Le Forze dell'Ordine hanno lanciato dei fumogeni creando un po' di panico tra i passanti. La situazione, prima del lancio dei fumogeni, era apparentemente tranquilla. Successivamente da segnalare che i tifosi della Roma hanno appiccato del fuoco nelle vicinanze.


TOP

DIEGO MILITO 7,5: El Principe lotta su tutti i palloni e al 40' da Principe si trasforma e diventa verde sbaragliando la fragile difesa giallorossa. Man of the match

JOHN-ARNE RIISE 6: Ha vita dura contro Eto'o ma se la cava. E' uno degli ultimi a mollare e i suoi tiri potenti sono sempre pericolosi.

FLOP


MARCO MATERAZZI 5,5: Tanto fisico e poco altro. Matrix fa di tutto per gettare benzina sul fuoco.

FRANCESCO TOTTI 4: Entra nel secondo tempo calcia una bella punizione, fa due buone giocate poi cresce solo sul piano del nervosismo. Il suo finale è da censura


IL TABELLINO



Roma (4-2-3-1): Julio Sergio 6; Burdisso 5,5 (1' st Motta 6), Mexes 6, Juan 6, Riise 6; Pizarro 5 (1' st Totti 4), De Rossi 5; Taddei 6, Perrotta 5, Vucinic 5,5; Toni 5 (18' st Menez 6). A disposizione: Lobont, Andreolli, Brighi, Baptista. All.: Ranieri.

Inter (4-3-1-2): Julio Cesar 6,5; Maicon 6,5, Cordoba 6 (38' pt Samuel 6,5), Materazzi 5,5, Chivu 6; J.Zanetti 7,5, Cambiasso 7, T.Motta 6,5; Sneijder sv (5' pt Balotelli 6,5; 46' st Muntari sv); Eto'o 7,5, Milito 7,5. A disposizione: Toldo, Mariga, Stankovic, Pandev. All.: Mourinho

Arbitro: Rizzoli

Marcatori: 40' pt Milito

Ammoniti: Burdisso (R), Materazzi (I), Perrotta (R), Méxes (R), Chivu (I), Samuel (I), Totti (R), Balotelli (I)

Espulso: 43' st Totti (R)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter primo 'titulo': 1-0 contro la Roma, Totti perde la testa

MilanoToday è in caricamento