menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter, Zanetti: "Finita l'esperienza da giocatore farò il dirigente"

Zanetti assicura di stare meglio dopo l'infortunio: "Continuo il mio recupero, la cosa più importante è tornare quando mi sentirò al cento per cento"

Il capitano nerazzurro Javier Zanetti nella serata dedicata al connubio tra Inter e Brooks Brothers nel cuore di Broadway parla così: "Non so quando tornerò, ma so che sto lavorando per farlo. Poi, quando sarò tornato, a fine stagione valuterò se smettere o se avrò la forza e la voglia per giocare ancora - spiega l'argentino -. Finita l'esperienza da giocatore, mi auguro di essere utile da dirigente come lo sono stato in campo". 

Zanetti parla anche degli obiettivi dell'Inter dopo una stagione fallimentare. "L'obbligo è tornare ad essere protagonisti: questa dev'essere la stagione del riscatto e per riuscirci serve un gruppo solido. Il nostro è fatto di giocatori più esperti e giocatori giovani, sui quali puntiamo molto: il giusto mix ci aiuterà a tornare ancora più forti di prima. Noi siamo qui per aiutare i giovani che sono il nostro futuro e per questo puntiamo molto su di loro", sottolinea il capitano nerazzurro, come si legge sul sito ufficiale del club. 

Il giudizio sul nuovo tecnico Walter Mazzarri è più che positivo: "È un allenatore preparato, con le idee chiare: per una grande squadra serve un tecnico con una grande personalità e lui ce l'ha". Zanetti spegnerà 40 candeline il prossimo 10 agosto: "L'augurio che mi faccio -dice- è continuare a essere felice come sono stato finora e come sono adesso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento