Sport

Kakà e Ibrahimovic l'addio a Milan e Inter è sempre più vicino

Con Kakà conteso tra Real Madrid e Manchester City e Ibrahimovic nel mirino del Barcellona le milanesi guardano al mercato: al Milan si cercano punte pure per finalizzare le giocate di Ronaldinho e compagni, un centrale difensivo e un centrocampista

Calciomercato. 99% e 80%. Sono le percentuali di non vedere più, nel prossimo campionato italiano, due stelle assolute: Kakà e Ibrahimovic. Kakà - Real Madrid è ormai affare fatto, l’1 per cento delle possibilità di restare a Milano sono legate solo a qualche coup de théatre come nello scorso gennaio.

Ma allora le sirene inglesi lo volevano al Manchester City, adesso c’è il fascino del Real che difficilmente verrà rifiutato. E allora Leonardo dovrà rivitalizzare Ronaldinho, per la gioia del presidente. Per la gioia dei tifosi, invece, Il Milan non potrà prescindere da un colpo in attacco. Quasi certamente non arriverà un acquisto di primo valore, non avrebbe senso altrimenti incassare tutti quei soldi e poi investirli sul mercato.

Si fanno i nomi di Dzeko, possente attaccante del Wolsburg esploso prepotentemente quest’anno in Germania, e di Luca Toni, attaccante da sempre corteggiato dalla società di via Turati. Punte pesanti per finalizzare le invenzioni di Ronaldinho e soci, dunque, non un altro trequartista al posto di Kakà. A centrocampo Hernanes del San Paolo potrebbe rimpolpare la colonia brasiliana rossonera. Si è parlato di un suo arrivo per sostituire l’eventuale partenza di Pirlo ma il verdeoro potrebbe arrivare a prescindere. Certo i tifosi rossoneri non impazzirebbero per un mercato del genere ma neanche sulla sponda nerazzurra i presupposti sono ottimistici.

Perdere Zlatan Ibrahimovic sarebbe un colpo devastante, al di là dei comportamenti e delle ultime dichiarazioni dello svedese. Ma Zlatan, si sa, ha fatto ben intendere le sue intenzioni e il blaugrana del Barça lo aspetta per il prossimo anno. Moratti s’è incontrato con Laporta, presidente del Barcellona e la trattativa ha coinvolto nomi illustri: per far partire lo svedese, i nerazzurri vorrebbero includere nella trattativa Iniesta. Difficilmente lo spagnolo lascerà la Catalogna, più facilmente Samuel Eto’o verrà inserito come parziale contropartita.

 Mourinho, dopo aver ottenuto Motta e Milito, vorrà consolarsi con un altro paio di acquisti. Un centrale difensivo, molto probabilmente il connazionale Ricardo Carvalho del Chelsea, e un centrocampista: qui l’idea è di strappare Elano al Manchester City ma si lavora anche sul fronte Felipe Melo della Fiorentina. Il mercato è già bollente, per sostituire Kakà e Ibra quest’estate i tifosi avranno bisogno di sognare.

Ma i sogni diverranno realtà?
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kakà e Ibrahimovic l'addio a Milan e Inter è sempre più vicino

MilanoToday è in caricamento