Venerdì, 18 Giugno 2021
Sport

L'Inter resiste all'attacco del Barcellona: 0 a 0 a San Siro

La prima gara di Champions Legue finisce a reti inviolate a San Siro. L'Inter subisce il possesso palla della squadra spagnola ma grazie ad una difesa fi ferro riesce a non subire reti. Soddisfatto Mourinho: “Abbiamo fatto una grande partita contro i Campioni d’Europa". Appuntamento in Russia contro il Rubin Kazan

L'Inter esce indenne dalla sfida contro il Barcellona a San Siro, finisce a reti inviolate ma i tifosi hanno dovuto assistere a una dimostrazione di possesso palla azulgrana. L’esame a cui è stata sottoposta la squadra di Mourinho era il più complicato ma sicuramente ci si aspettava di più. Lo aspettavano i tifosi che, animati da una voglia di Champions ormai estrema, avrebbero sperato in una partita più equilibrata.

Una sfida da giocare a viso aperto, magari rischiando contro i più grandi palleggiatori del panorama calcistico odierno ma almeno da affrontare senza timori reverenziali. Non è accaduto perché la squadra di Guardiola ha impresso i propri ritmi alla partita, nascondendo per più di metà gara la palla agli uomini di Mourinho, incapaci di rendersi pericolosi salvo un paio di conclusioni firmate Milito e Stankovic. E per fortuna che oggi c’era l’Ibrahimovic formato europeo, quello incapace di incidere, e che le occasioni migliori sono capitate sui piedi non raffinati di Keita. Detto ciò, nel calcio la palla bisogna buttarla dentro quindi ai nerazzurri può andare bene questo punticino. Il bicchiere mezzo pieno è certamente la prestazione dei due centrali difensivi, Lucio e Samuel, apparsi invalicabili. Poi Milito che ha coperto tutto il fronte offensivo, sfiancandosi anche per dare una mano ai compagni in difesa.

Il possesso palla a fine gara reciterà una netta predominanza dei catalani ma, non essendo lo sport in questione il pugilato, non si vince ai punti. E se proprio si vuole essere ottimisti, alla Mourinho insomma, si può rimarcare come Santon a fine gara stesse per involarsi verso la porta avversaria, fermato poi da un intervento scorretto. Ma al di là dei se e dei ma, l’onestà intellettuale proclamata in tempi non sospetti proprio dallo Special One, dice che il pareggio sta stretto agli ospiti e l’Inter non ha fatto quel passo in avanti che tutti si aspettavano. Si richiedeva più personalità e meno sofferenza ma è sembrato di rivivere il match di andata contro il Manchester United lo scorso anno.

Ovviamente va controcorrente il tecnico portoghese: “Sono molto soddisfatto, abbiamo fatto una grande partita contro i Campioni d’Europa. Il nostro è un girone difficilissimo, quindi dovremo sempre lottare. Difensivamente siamo stati perfetti, offensivamente no ma in queste gare devi sfruttare le poche palle gol che ti capitano”. Prossima gara contro il Rubin Kazan, si volerà in Russia: vietato sbagliare per non compromettere il girone
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Inter resiste all'attacco del Barcellona: 0 a 0 a San Siro

MilanoToday è in caricamento