Sport

La partita perfetta è servita: l'Inter schiaccia il Genoa 5 a 0

E' stata davvero una partita perfetta per l'Inter che sabato si è esibito in una pura dimostrazione di forza contro il Genoa. Mourinho azzecca tutte le mosse: “Questo modulo è stato scelto di conseguenza alle assenze in attacco che avevamo", dice il tecnico

La partita perfetta. L’Inter si esibisce in tutta la sua potenza sul difficile campo di Marassi surclassando per 5 a 0 il Genoa. Un match perfetto che mette da parte l’ultima stentata vittoria contro l’Udinese: Mourinho compie tutte mosse azzeccate, imbrigliando il gioco di Gasperini che tanto lo aveva fatto penare lo scorso anno. Piccolo particolare, i nerazzurri fanno tutto questo senza Eto’o, Milito e Motta. Ovvero la coppia d’attacco titolare e il metronomo di centrocampo.

Lo Specialissimo One, in questo caso è doveroso, ne inventa un’altra delle sue: dopo aver sbandierato una possibile chance per Suazo, lascia l’honduregno in panchina sfoderando un albero di natale tanto caro al suo ex rivale rossonero Ancelotti. Così sono Stankovic e Sneijder a supportare in attacco l’unica punta Balotelli. Gasperini schiera un tridente mascherato, con Sculli e Palladino ai fianchi di Floccari, ma è il centrocampo rossoblu a soccombere clamorosamente.

 L’Inter, in costante superiorità numerica, fraseggia bene e trova il gol che sblocca il risultato grazie a una girata di Cambiasso, deviata da Modesto. Sneijder fa la differenza e serve l’assist per il raddoppio a Balotelli, bravo a incrociare sul palo opposto alla mezzora. L’unica reazione del Genoa arriva a quattro minuti dallo scadere del primo tempo, con Milanetto che realizza ma l’arbitro annulla per un fuorigioco millimetrico. Il colpo del ko arriva nei minuti di recupero: Amelia sbaglia il rinvio che finisce sui piedi di Stankovic che senza pensarci un attimo scaraventa da quasi metà campo il pallone in rete. Magnifico.

Il secondo tempo è una formalità che l’Inter trasforma in un’ulteriore dimostrazione di forza segnando altre due reti: prima è il redivivo Viera a segnare al 21’, dopo essere subentrato a Cambiasso. Infine l’ultima gemma spetta a Maicon che firma il pokerissimo con un destro da dentro l’area. Una partita in cui tutto ha funzionato e che porta i nerazzurri a + 4 rispetto alla Juventus.

Grande protagonista Josè Mourinho che con le sue mosse ha deciso l’andamento della gara: “Questo modulo è stato scelto di conseguenza alle assenze in attacco che avevamo. Hanno fatto tutti bene, Balotelli si è mosso alla grande. Devo fare inoltre i complimenti al pubblico che non ha mai smesso di incitare il Genoa nonostante la dura sconfitta. Era importante vincere su questo campo ostico ma se avessimo vinto uno a zero sarebbe stato uguale, l’importante sono i tre punti”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La partita perfetta è servita: l'Inter schiaccia il Genoa 5 a 0

MilanoToday è in caricamento