menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento dopo l'incendio del 2011

L'intervento dopo l'incendio del 2011

Via Iseo, partono i lavori al palazzetto incendiato dalla mafia

Gli interventi principali dureranno tre mesi, al termine dei quali la struttura potrà ospitare gare sportive

Rinasce il centro sportivo Ripamonti di via Iseo, che due anni fa subì un gravissimo attentato mafioso. Sono partiti il 15 gennaio i lavori per la riqualificazione del palazzetto, il cuore del centro sportivo, con la risistemazione della palestra e dei locali annessi. Entro tre mesi l’impianto tornerà a essere funzionante e utilizzabile per le competizioni ufficiali.

"L’Iseo è per noi un simbolo, un caposaldo della legalità", ha commentato Chiara Bisconti, assessore allo sport del comune. "Rappresenta l’impegno di questa amministrazione contro il rischio di infiltrazioni malavitose nelle attività in città, a partire da quelle legate allo sport. Dopo gli interventi sui campi da gioco e sulle tribune, già completati, ora sistemiamo la struttura centrale del palazzetto: tra 90 giorni tornerà a essere completamente funzionante e potrà essere usato per competizioni ufficiali".

Ben 144 aziende hanno partecipato al bando per l'appalto dei lavori. Fra tre mesi l'impianto sarà di nuovo in funzione, poi - entro il 2014 - si completerà la riqualificazione sistemando alcune parti del tetto e della facciata, lesionate dall'incendio. Il costo totale dei lavori è di più di 500 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento