Inter, Lukaku contro i razzisti: "È il 2019, invece di andare avanti, stiamo andando indietro"

A Cagliari l'attaccante nerazzurro è stato bersagliato con fischi e ululati. Le sue parole

È abituato ad attaccare, per vocazione. E lo ha fatto anche questa volta. Romelu Lukaku, centravanti dell'Inter, si schiera apertamente contro i razzisti che nella gara di Cagliari - vinta dai nerazzurri per 2-1 proprio con un suo gol - lo hanno bersagliato con insulti e ululati

Il belga ha affidato ad Instagram la sua reazione, chiedendo implicitamente un aiuto ai suoi colleghi per far sì che il razzismo sia soltanto un lontano, e brutto, ricordo. 

"Molti giocatori nell’ultimo mese hanno subito insulti razzisti. È successo anche a me ieri. Il calcio è un gioco amato da tutti e non dovremmo accettare alcuna forma di discriminazione che possa far vergognare il nostro sport - ha scritto il numero 9 dell'Inter -. Spero che le federazioni di tutto il mondo reagiscano con forza su tutti i casi di discriminazione". 

E ancora: "I social media devono funzionare meglio, così come le società, perché ogni giorno si vedono commenti razzisti sotto i post delle persone di colore. Se ne parla da anni, ma non si è ancora fatto nulla. Signore e signori, è il 2019, invece di andare avanti stiamo andando indietro". 

Poi, in conclusione, un appello a chi come lui scende in campo: "In quanto calciatori dobbiamo essere uniti e prendere una posizione su questa questione per far sì che il calcio resti un gioco pulito e divertente per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento