Inter, Lukaku contro i razzisti: "È il 2019, invece di andare avanti, stiamo andando indietro"

A Cagliari l'attaccante nerazzurro è stato bersagliato con fischi e ululati. Le sue parole

È abituato ad attaccare, per vocazione. E lo ha fatto anche questa volta. Romelu Lukaku, centravanti dell'Inter, si schiera apertamente contro i razzisti che nella gara di Cagliari - vinta dai nerazzurri per 2-1 proprio con un suo gol - lo hanno bersagliato con insulti e ululati

Il belga ha affidato ad Instagram la sua reazione, chiedendo implicitamente un aiuto ai suoi colleghi per far sì che il razzismo sia soltanto un lontano, e brutto, ricordo. 

"Molti giocatori nell’ultimo mese hanno subito insulti razzisti. È successo anche a me ieri. Il calcio è un gioco amato da tutti e non dovremmo accettare alcuna forma di discriminazione che possa far vergognare il nostro sport - ha scritto il numero 9 dell'Inter -. Spero che le federazioni di tutto il mondo reagiscano con forza su tutti i casi di discriminazione". 

E ancora: "I social media devono funzionare meglio, così come le società, perché ogni giorno si vedono commenti razzisti sotto i post delle persone di colore. Se ne parla da anni, ma non si è ancora fatto nulla. Signore e signori, è il 2019, invece di andare avanti stiamo andando indietro". 

Poi, in conclusione, un appello a chi come lui scende in campo: "In quanto calciatori dobbiamo essere uniti e prendere una posizione su questa questione per far sì che il calcio resti un gioco pulito e divertente per tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento