rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Sport

Milan, Allegri: "Non temo esonero. Basta crisi, ora si vince"

Massimiliano Allegri non ha avuto paura di essere esonerato: "Stiamo lavorando al massimo per risalire in classifica e andare avanti in Champions. Domani sono sicuro che vinceremo"

Massimiliano Allegri crede nel suo Milan e non sente la pressione. "Non ho mai temuto di essere esonerato, anche se so del momento difficile che stiamo attraversando - ha spiegato il tecnico del Milan alla vigilia della sfida con il Genoa -. Stiamo lavorando al massimo per risalire in classifica e andare avanti in Champions. Domani sono sicuro che vinceremo". Allegri parla anche si Silvio Berlusconi: "Il presidente non è mai stato lontano. Appena ho detto che da una settimana non lo sentivo si sono scatenate voci - ha notato Allegri - Mercoledì prima della partita con il Malaga l'ho sentito. Era sereno, ha cercato di incoraggiare me e la squadra come sempre, sapendo che è un momento di difficoltà e bisogna uscirne".

 
 A chi domanda se dopo la sconfitta con il Malaga l'esonero sarebbe stato quasi una liberazione, il tecnico rossonero risponde sicuro: "Non è nel mio carattere sperare in un licenziamento, la liberazione sarà quando la squadra risalirà in classifica e passerà il turno in Champions. Non è nel mio carattere tirarmi fuori - sottolinea Allegri -, ho passato momenti più difficili e sono molto lucido: se mi rendessi conto che la squadra non mi segue sarei io il primo ad andare dalla società a dirlo per il bene del Milan, che ha fatto tanto per me. Il Milan mi ha preso dal Cagliari e in due anni mi sono tolto grandi soddisfazioni, quest'anno la soddisfazione più grande sarà quando risaliremo in classifica e passeremo il turno in Champions". 

Il Milan prosegue con la difesa a tre. "Ho fatto una scelta mercoledì e con questa andremo avanti. Poi potrei anche usare un centrocampista fra i due difensori centrali, un pò come faceva l'anno scorso Van Bommel", ha spiegato l'allenatore rossonero Massimiliano Allegri, convinto che in attacco invece la sua squadra "deve migliorare e avere più lucidità negli ultimi trenta metri".

Domani contro il Genoa potrebbe partire titolare Pato per la prima volta in stagione. "Se aveva qualche remora di farsi male le ultime due partite gliel'hanno tolta" ha confermato Allegri, che a Malaga ha lasciato in tribuna Boateng. "È stata una scelta che ho fatto, in quel momento la ritenevo giusta. Credo che abbia capito, un giocatore a restare fuori in una partita di Champions non si diverte - ha sottolineato l'allenatore -. Su lui faccio grande affidamento, deve dare tanto e dimostrerà sul campo tutto il suo valore. Ieri Boateng ha avuto un risentimento al tendine del ginocchio e si è fermato a metà allenamento, se sta bene domani gioca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan, Allegri: "Non temo esonero. Basta crisi, ora si vince"

MilanoToday è in caricamento