menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzarri fa il condottiero e sprona l'Inter: "C'è ancora poco equilibrio"

Tris al Vicenza in amichevole dove Moratti, tra gli spalti, pensa alle quote per la cessione

In attesa di Thohir, prende corpo l'Inter di Mazzarri. Anche il secondo test con il Vicenza finisce con tre gol all'attivo, gli stessi segnati contro il Trentino Team. Un 3-1 che non soddisfa del tutto il tecnico: "L'ultima cosa che ci interessa ora è il risultato – dice - Dobbiamo trovare un pò di equilibrio, abbiamo preso qualche ripartenza di troppo e bisogna evitarlo. Al di là di questo ci interessava chiudere la preparazione in un certo modo e sta andando bene". 

A vedere la squadra è arrivato a Pinzolo anche Massimo Moratti. Una sorpresa, ci si attendeva il presidente nel test di domani a Rovereto contro la Feralpi Salò ma l'incontro con giocatori e tecnico è stato anticipato di un giorno. Moratti è arrivato attorno alla mezz'ora, ha perso i primi due gol della partita (firmati da Giacomelli e Guarin) ma ha avuto modo di stringere la mano ai calciatori e a Mazzarri già durante l'intervallo, oltre che dopo il triplice fischio. La settimana appena cominciata potrebbe essere cruciale sotto vari punti di vista. 

Primo fra tutti la cessione delle quote a Erick Thohir, da tempo alle prese con un'opera di convincimento di Moratti per strappare la maggioranza del club all'attuale proprietario. Il presidente ha sempre smentito di volersi disimpegnare o anche solo di voler trattare una cessione riguardante una fetta importante del club, ma i contatti con il magnate indonesiano sono stati costanti in questi giorni e tutto lascia presagire che entro la fine di luglio possa arrivare la chiusura dell'affare. 

Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia con l'arrivo di Thohir potrebbe addirittura profilarsi un clamoroso ritorno di Leonardo. Saranno giorni importanti anche per il mercato, soprattutto per l'esterno destro che la società sta cercando. Mauricio Isla è stato ad un passo dal vestire la casacca nerazzurra, ma la trattativa con la Juventus per la comproprietà del cileno è saltata in extremis. L'affare non è da considerarsi definitivamente saltato, considerando la volontà di Isla di trasferirsi altrove e quella dell'Inter di acquistare un esterno. 

Branca e Ausilio si sono tenuti da parte una carta di riserva contattando il Paris Saint Germain per il prestito di Van der Wiel, ma lo juventino resta la prima scelta. È invece tutta da verificare l'opportunità di un arrivo di Dragovic. Il centrale del Basilea ha rifiutato la Dinamo Kiev in attesa che l'Inter faccia un passo avanti, ma è difficile che i nerazzurri comprino un difensore se non dopo aver ceduto uno di quelli già in rosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento