Sport

Troppi schiamazzi in hotel, McEnroe si lamenta: era Patty Pravo

Singolare episodio in un hotel in zona Fiera

Il tennista e la cantante

"Scusi, non ne posso più. Potrebbe dire alla mia vicina di stanza di smettere di cantare? Voglio riposare". 

La telefonata alla reception dell'hotel Melià, stiloso albergo in zona Fiera, arriva l'altra notte dalla stanza di uno dei più eccentrici tennisti di tutti i tempi: John McEnroe. Il volleatore, infatti, sabato alle 16 giocherà al Forum di Assago un'esibizione con altri tennisti di livello, Ivan Lendl, Micheal Chang e Goran Ivanisevic. 

Fino a qui tutto normale. Che McEnroe abbia un carattere fumantino è noto anche ai muri. Ma la sorpresa arriva dopo. Stando a quanto riporta il Corsera, chi disturbava l'ex vincitore di Wimbledon era Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo.

Non è noto sapere se fosse un caso di omonimia o (più probabile) fosse davvero l'ugola di 'Pazza idea', sta di fatto che 'la ragazza del Piper' è stata gentilmente invitata ad abbassare la voce. Pena un match point per McEnroe. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi schiamazzi in hotel, McEnroe si lamenta: era Patty Pravo

MilanoToday è in caricamento