Mihajlovic, ex Inter e Milan, ha la leucemia: "Non ho paura, la affronterò e vincerò"

"Lo farò per me, per mia moglie, per la mia famiglia, per chiunque mi voglia bene", ha detto

Mihajlovic

Lotterà come un leone, come sempre. Sinisa Mihajlovic, ex di Milan e Inter, ha spiegato in conferenza stampa che alcuni esami medici a cui si è sottoposto hanno messo in luce alcune anomalie: "Ho fatto degli esami del sangue e sono arrivati dei risultati diversi rispetto a quelli di quattro mesi fa. Nel giorno in cui il Bologna è partito per il ritiro ho fatto gli esami e ho scoperto di avere la leucemia. La sconfiggerò - ha aggiunto il tecnico serbo - Non ho paura, la affronterò e vincerò. Lo farò per me, per mia moglie, per la mia famiglia, per chiunque mi voglia bene".

"Abbiamo detto che avevo la febbre e la cosa più difficile è stata convincere mia moglie che fosse vero. Ho passato la notte a piangere e ancora adesso ho lacrime ma non sono di paura: io da martedì andrò in ospedale e non vedo l'ora di iniziare a lottare per guarire. Ho spiegato ai miei giocatori che lotterò per vincere come ho insegnato loro a fare sul campo. Questa sfida la vincerò, non ci sono dubbi".

Nainggolan: la moglie ha scoperto di avere un tumore

"Voglio ringraziare tutto il Bologna perché mi hanno fatto capire di essere uno di famiglia e avrò bisogno anche di loro per vincere questa battaglia. Ma avrò bisogno anche di non vedere gente che piange per me, non voglio far pena a nessuno" ha aggiunto. "Forse qualcuno pensava che potessi essere l'ultimo ad ammalarmi e fino a fine maggio era tutto normale, stavo bene -ha aggiunto il tecnico serbo-. Siccome mio papà è morto di cancro faccio spesso esami specifici e grazie a questi ho scoperto di essere malato di leucemia acuta. Nessuno di noi deve pensare di essere indistruttibile, bisogna fare prevenzione e stare attenti alla salute".

Prima di Mihajlovic, Walter Sabatini aveva preso la parola: "Il mister ha deciso di incontrare la stampa e abbiamo accolto la sua richiesta. Ci siamo io e Di Vaio fisicamente ma idealmente c'è tutta la dirigenza qui con noi. Sinisa ha in mano il Bologna e terrà in mano il Bologna fino alla scadenza del suo contratto. Qualunque cosa succeda nei prossimi giorni Mihajlovic resterà l'allenatore del Bologna" ha detto il direttore sportivo dei felsinei.

Calcio, Sinisa Mihajlovic ha la leucemia: "Vincerò"

Calcio in ansia da sabato mattina per Sinisa Mihajlovic. Due giorni fa la società aveva fatto sapere che Mihajlovic aveva preferito non viaggiare con la squadra verso il ritiro di Castelrotto per qualche linea di febbre. E' stato necessario procedere con ulteriori indagini cliniche. Mihajlovic, un guerriero, ha deciso di presentarsi in prima persona a spiegare le ragioni dello stop forzato. Forza Sinisa.

Mihajlovic era tornato a Bologna (dove aveva esordito come allenatore dieci anni fa) a gennaio, quando ha preso una squadra che sembrava spacciata guidandola alla salvezza e guadagnandosi la riconferma. "Sinisa non mollare, Bologna è con te". E' il testo dello striscione affisso a Casteldebole quest'oggi dai tifosi del Bologna. 

Il mondo del calcio si stringe intorno a "Miha". Uno dei più cari amici del serbo, Roberto Mancini, ha postato su Instagram il suo personale in bocca al lupo al tecnico del Bologna: "Sei troppo forte @mrmihajlovic, questo ti fa un baffo e poi dobbiamo giocare a padel #mancio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento