menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milan, super accoglienza per Honda. Pazzini scalpita per tornare

Il giapponese in arrivo, la squadra cerca riscatto con Atalanta

Una stagione da dimenticare - almeno finora - pochi punti in classifica ma tanta voglia di riscatto a cominciare dalla prossima partita contro l'Atalanta, il giorno dell'Epifania: il Milan cerca di salvare il salvabile, di andare avanti nonostante tutto. Archiviata la sconfitta nel derby, c'è la squadra di Colantuono ad agitare i sonni rossoneri comunque poco tranquilli. Massimiliano Allegri ha ufficializzato il suo addio a fine stagione, Braida ha già salutato, Galliani e Barbara Berlusconi sono impegnati in una non semplice cogestione della società, Seedorf è sempre più vicino alla panchina rossonera: il Milan cambia pelle e si accinge a vivere un anno di grandi cambiamenti.

Intanto, arriva Honda: il club vive con emozione il suo sbarco a Milano. "Oggi, primo giorno ufficiale di mercato - si legge in una nota on line - è iniziata, su richiesta del Milan, la procedura Figc per la trasmissione e il ricevimento del permesso di lavoro e del relativo transfer per il completamento delle pratiche relative al tesseramento di Keisuke Honda. Al di là di questi aspetti, il countdown mediatico per lo sbarco di Honda, previsto per domani, sul pianeta rossonero, è iniziato. E la scansione è ad altissima intensità. La pressione dei media giapponesi è totale". 

"Keisuke - si legge ancora - ha voluto fortemente e non da oggi il Milan. I milanisti lo aspettano. Il Giappone è in fibrillazione totale. Bene così. Buon 2014 a tutti". Un innesto importante per una squadra che ha dovuto fare i conti con assenze, infortuni e squalifiche e anche con l'altalenante rendimento di Mario Balotelli, il campione che avrebbe dovuto fare la differenza e dal futuro mai scontato.

L'attacco ha ritrovato Giampaolo Pazzini che parla a Milan Channel: "Devo recuperare e voglio migliorare la condizione, queste feste le ho utilizzate per questi motivi. Mi sento bene, non ancora al massimo, ma mi sto impegnando tanto, ho molto entusiasmo. Mi sono mancati troppo il campo la partita gli allenamenti e i miei compagni. Voglio tornare al massimo il più presto possibile. Nel derby sono entrato senza pensare troppo, mancava poco ho cercato solo di darmi da fare. Per me dopo 7 mesi tornare in campo è stata una bella soddisfazione, nonostante il risultato finale". 

Oggi partitella in famiglia a Milanello: hanno segnato Robinho, Nocerino e Balotelli. Un buon test in vista della sfida contro l'Atalanta alla quale assisterà Adriano Galliani, dopo il suo viaggio in Brasile denso di incontri e contatti. Saluto informale con Seedorf. La priorità dell'amministratore delegato è sfoltire la rosa dopo aver concluso l'operazione Niang in prestito al Montpellier. Fra i partenti Gabriel, Vergara e Zaccardo con l'obiettivo di assicurarsi Nainggolan. Lavori in corso al Milan che potrebbe scalare qualche posizione in classifica ma che ormai punta tutto sulla Champions per salvare in parte una pessima stagione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento