Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Prima vittoria a San Siro per il Milan, Bologna battuto 1 a 0

Dopo la vittoria in Champions, il Milan aggunta anche il suo primo successo in campionato in casa: sconfitto il Bologna di Mihajlovic battuto grazie a Seedorf. Rimane ancora il mistero Ronaldinho, sugli spalti ma febbricitante

Dopo la vittoria in Champions firmata Pippo Inzaghi, arriva quella in campionato grazie a un altro grande protagonista storico, Clarence Seedorf. Il Milan batte il Bologna uno a zero e regala ai propri tifosi la prima vittoria a San Siro: tre punti sudati contro una squadra ben messa in campo e dopo le voci discordanti su Ronaldinho.

Il brasiliano, nemmeno convocato, fa la sua presenza in tribuna nonostante una presunta febbre. Febbre probabilmente diplomatica, perché successivamente Leonardo smentirà. Fatto sta che lo schieramento senza il brasiliano (almeno quello visto nelle ultime gare) ha portato un bottino di due vittorie in due partite; sarà questo il cruccio dell’allenatore rossonero, almeno fino a quando il Gaucho non si presenterà in condizioni soddisfacenti.

I rossoneri scendono in campo con qualche novità rispetto alla partita di coppa: vengono risparmiati Zambrotta e Thiago Silva, si rivede Kaladze al centro della difesa e Abate esterno destro basso. Il Bologna schiera undici giocatori dietro il pallone e occupa bene tutti gli spazi, in avanti Di Vaio e Zalayeta provano a pungere.

La squadra di Leonardo è in costante pressing nel primo tempo ma l’occasione più netta capita sul piede meno nobile del centrocampo rossonero: Gattuso si divora un’occasione clamorosa solo davanti a Viviano. Huntelaar prova a dare qualche segnale della sua presenza con un sinistro al volo ma la prima frazione di gioco si chiude sul nulla di fatto. Il trend del secondo tempo non si discosta dal primo, Leonardo inserisce Oddo per allargare la manovra e Superpippo Inzaghi per sfruttare qualche disattenzione emiliana.

Pato ha un lampo e colpisce il palo con una bella conclusione da fuori area. Per sbloccare il risultato ci vuole una magia e allora ci pensa Clarence Seedorf alla mezzora: l’olandese recupera un pallone, s’incunea in area e batte Viviano da posizione defilata. C’è tempo poi per un altro legno colpito da Inzaghi e per qualche brivido: prima Mingazzini saggia i riflessi di Storari, poi Portanova di testa sfiora il pareggio.

Leonardo però non si sbilancia e predica calma: “Abbiamo fatto un piccolissimo passo, abbiamo ancora molto da migliorare. Sono molto soddisfatto della grinta e della voglia messa in campo dai ragazzi per tutti i novanta minuti”. Infine una nota di merito per la buona prova di Abate, in un ruolo per lui inedito: “Può ricoprire diversi ruoli, ha potenzialità interessanti”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima vittoria a San Siro per il Milan, Bologna battuto 1 a 0

MilanoToday è in caricamento