menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Muntari esulta dopo la rete

Muntari esulta dopo la rete

Milan-Celtic 2-0 | Zapata e Muntari: vittoria fortunata a San Siro

Il primo tempo di San Siro si gioca a buoni ritmi ma il gol non arriva. Nel finale il Milan ci prova con maggiore intensità e segnano con Zapata e con Muntari

Il Milan vince 2 a 0 contro il Celtic, nella prima giornata dei gironi di Champions League. Il primo tempo di San Siro si gioca a buoni ritmi ma il gol non arriva complice anche un ritmo troppo altalenante per i ragazzi di Massimiliano Allegri. I rossoneri soffrono nella ripresa. Nel finale Cristian Zapata, con un gol fortunoso, e Sulley Muntari fanno guadagnare 3 punti al Milan.

IL MATCH - Al 3' tiraccio di Mexes da metà campo, la palla si spegne lontano dalla porta di Forster. Gran cross di Birsa, poco dopo, che pesca Balotelli in piena area di rigore, il numero 45 rossonero lacia partire un bel destro respinto con i pugni da Forster. Il Milan costringe il Celtic nella propria metà campo, alla fine è Zaccardo a provare la conclusione che si spegne tra le braccia dell'estremo difensore scozzese. Al minuto 8 apertura di Matri per Birsa che si inserisce in area di rigore ma esce Forster e mette in angolo.

Buono l'impatto sulla gara di Birsa che non sente la pressione del match. Al 17' punizione in area di rigore per il Celtic, l'arbitro Stark ha considerato il retropassaggio di un difensore per Abbiati come fallo. Classica barriera sulla linea di porta, il numero 21 Mulgrew sul pallone, la barriera respinge la botta dello scozzese tra i brividi del pubblico rososnero. Al 21' il Milan confeziona una bella azione. Zapata apre per Zaccardo, il cross al centro dell'area trova pronto Matri che indirizza verso la porta, ma Forster si oppone con i pugni e mette in angolo. 

Risultato ancora bloccato sul pareggio a reti inviolate. Al 32' arriva improvvisamente lo squillo di Antonio Nocerino che con il sinistro prova a battere Forster. La palla si spegne di un soffio sopra la traversa. Il primo tempo, dopo un buon avvio, cala di ritmo e finisce così: 0 a 0. 

E' di Samaras la palla gol più importante al 51'. L'attaccante del Celtic fa fuori tre uomini del Milan prima di scaricare verso la porta di Abbiati, la sfera finisce a pochi centimentri dal palo. I rossoneri soffrono. Al 64' bell'azione dei rossoneri con Constant che mette un buon pallone a centro area, Muntari tutto solo spedisce di poco alto di testa. Allegri cambia: entra Emanuelson al posto di Birsa. Al 68' contropiede del Celtic pericolosissimo con Commons da posizione centrale viene stoppato da De Jong. 

Nel finale il Milan sembra provarci con maggiore intensità. Nel Milan esce Constant per Robinho. Con l'ingresso di Robinho, Emanuelson ha preso il posto di Constant in difesa. Nel Celtic esce Commons ed entra Pukki. La traversa salva il Milan al minuto 78': Stokes, da punizione, sfiora il gol. 

La rete, fortunosa, arriva però per il Milan: Zapata ci prova, Izaguirre devia, e la palla si insacca. Clamoroso, ma vero. Poco dopo i padroni di casa raddoppiano. Punizione battuta da Balotelli, la palla deviata da Forster finisce su un mucchio di rossoneri, a buttarla dentro è Sulley Muntari. 2 a 0 e partita in ghiaccio. Il Milan vince e porta a casa i primi tre punti della Champions League 2013-2014. 

TABELLINO
Milan (4-3-1-2
): Abbiati; Zaccardo, Zapata, Mexes, Constant (76' Robinho); Nocerino, De Jong, Muntari; Birsa (63' Emanuelson); Balotelli, Matri. A disposizione: Amelia, Iotti, Modic, Poli, Cristante. All.: Allegri.
Celtic (4-4-2): Forster; Lustig, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre; Commons (78' Pukki), Ledley, Mulgrew, Brown; Samaras, Stokes. A disposizione: Zaluska, Matthews, Balde, Rogic, Kayal, Boerrigter. All.: Lennon. 
Marcatori: Zapata (M), Muntari (M)
Ammoniti: Ambrose (C), Brown (C)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento