Sport

L'Uefa orientata ad escludere il Milan dall'Europa League 2019/20

La questione del fair play finanziario

Repertorio

Non sono positive le "voci" che arrivano da Ginevra, per il Milan. Il club potrebbe essere infatti escluso dall'Europa League 2019/20, a cui si è qualificata con il quinto posto in campionato dopo un'ultima giornata al "cardiopalma", durante la quale è stato per diverse decine di minuti terzo con qualificazione in Champions.

Il Milan è stato deferito alla Camera arbitrale per il mancato pareggio di bilancio tra il 2016 e il 2018. Si tratta quindi dell'ultimo bilancio - quello della gestione cinese - chiuso con un passivo consolidato di 126 milioni di euro, peggiorato rispetto al precedente esercizio soprattutto a causa di maggiori ammortamenti e svalutazioni dei cartellini dei calciatori (+49,3 milioni).

La decisione è attesa per mercoledì 19 giugno. Potrebbe esserci anche una specie di "accordo" tra il club e la Camera arbitrale: in particolare, il Milan sarebbe pronto anche ad accettare l’esclusione dalla prossima edizione dell’Europa League in cambio di un allungamento del periodo entro il quale poter centrare l’obiettivo del break even, che al momento è fissato per il 2021.

In caso di esclusione da parte della Uefa, la Roma accederebbe direttamente alla fase ai gironi di Europa League mentre il Torino accederebbe ai preliminari. E l'Italia avrebbe "salvo" il ranking.
   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Uefa orientata ad escludere il Milan dall'Europa League 2019/20

MilanoToday è in caricamento