rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Milan - Fiorentina 1 - 3 | Impotenza PATOlogica. Allegri, che lezione!

Rossoneri annichiliti dalla Viola. Pato manda in curva un rigore, Pazzini illude, ma la Fiorentina di Montella è di un altro pianeta

Impotenza: è questa la sensazione che la sconfitta contro la Fiorentina lascia al Milan. Rossoneri dati in crescita che chiedevano a questo match le conferme. Per farlo Allegri si è affidato a Pato e Boateng, finendo per ripiegare poi nella ripresa su Bojan e Pazzini. Al di là degli uomini però è l'inconsistenza delle trame e della reazione rossonera a lasciare sconcertati. A centrocampo Montolivo perde il duello con il gemello Aquilani. Ambrosini viene surclassato da Borja Valero. I lanci di Pizarro poi fanno il resto, finendo per esaltare il gioco al momento più bello della serie A e per amplificare quella che ad oggi è la crisi peggiore, quella di un Milan che solo due anni fa si laureava campione d'Italia e che oggi deve fare i conti con un'impotenza Patologica

PRIMO TEMPO - I primi 45 minuti vanno via su tre episodi. E' il decimo quando, sugli sviluppi di una rimessa laterale, basta una spizzata di Luca Toni per mandare in tilt la difesa rossonera. Ad approfittarne è l'ex Alberto Aquilani, il più lesto a fiondarsi sulla palla, mandandola alle spalle di Abbiati. Il Milan non reagisce, la Fiorentina regge e riparte. Il secondo episodio potrebbe riaprire il match. Pato si procura un rigore che decide di calciare. Dal dischetto però la palla viene scagliata oltre la traversa, amplificando la crisi del papero rossonero. Al 38' Borja Valero mette il suggello ad un primo tempo da urlo. Bello e preciso il diagonale che costringe Abbiati a raccogliere il secondo pallone in rete.  

SECONDO TEMPO - La bocciatura la sancisce anche Allegri che ad inizio ripresa lascia il brasiliano negli spogliatoi. Al suo posto Pazzini che al 60' sembra riaprire il match. L'ex viola è lesto, lestissimo, a raccogliere la palla respinta dal palo. A mandarla sul palo un tacco di Mexes, bravo a raccogliere un cross del Faraone. E' qui che la Fiorentina dimostra di essere più squadra del Milan. I viola di Montella serrano le fila e cominciano a tenere botta con possesso di palla e ripartenze. A firmarle il duo El Hamdaoui - Mati Fernandez che si esaltano negli spazi lasciati dal Milan. Ad esaltarli è la velocità di Cuadrado. E proprio il colombiano libera l'ex Ajax, che con un destro a giro manda all'inferno Abbiati.

TABELLINO
Reti: Aquilani (F) al 10’, Borja Valero (F) al 38’ p.t.; Pazzini (M) al 15’, El Hamdaoui al 43’ s.t..
MILAN (4-2-3-1): Abbiati 5,5; De Sciglio 5, Mexes 4, Bonera 5,5, Constant 5; Ambrosini 5 (dal 29' s.t. Robinho sv), Montolivo 5; Emanuelson 4,5 (dal 1' s.t. Bojan 5,5), Boateng 5, El Shaarawy 6; Pato 4 (dal 1' s.t. Pazzini 6). (Amelia, Gabriel, Acerbi, Yepes, Zapata, De Jong, Flamini, Nocerino, Niang). All.: Allegri.
FIORENTINA (3-5-2): Viviano 6,5; Roncaglia 5,5, Rodriguez 6,5, Savic 6,5; Cuadrado 7, Aquilani 7 (dal 20' s.t. Fernandez 6,5 ), Pizarro 6,5, Borja Valero 7,5, Pasqual 6,5; Ljajic 6 (dal 11' s.t. El Hamdaoui 7), Toni 6,5 (dal 31' s.t. Cassani sv). (Neto, Hegazy, Tomovic, Della Rocca, Olivera, Romulo, Migliaccio, Llama, Seferovic). All. Montella.
ARBITRO: Romeo di Verona


Ammoniti: Pizarro e Borja Valero (F) per proteste, Bonera, Ambrosini e Mexes (M), Roncaglia e Aquilani (F) per g.s.. Angoli 6-4. Recuperi 0' p.t., 3' s.t.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan - Fiorentina 1 - 3 | Impotenza PATOlogica. Allegri, che lezione!

MilanoToday è in caricamento