rotate-mobile
Sport

L'orgoglio bianconero schiaccia il Milan

Nell'anticipo di sabato sera del 9.o turno di serie A i bianconeri vincono 2-1 grazie alle reti di Quagliarella e Del Piero e si rilanciano in classifica. Non serve ai rossoneri il gol di Ibrahimovic nel finale. Ko Bonera

Il Milan dura un quarto d'ora e poi si spegne, la  Juve operaia ne approfitta e espugna San Siro. Allegri sceglie Boateng al posto di Seedorf, in avanti il trio Pato-Robinho-Ibrahimovic. La formazione di Delneri, incerottata alla vigilia a causa delle tante assenze ha dovuto fare a meno anche di Chiellini nel riscaldamento. Dentro quindi Legrottaglie. Il Milan parte alla grande e nei primi 20' mette sotto i bianconeri sfiorando il gol in almeno un paio di circostanze. Ibrahimovic è apparso meno incisivo negli ultimi 16 metri anche se un po' di sfortuna si è accanita contro lo svedese in occasione di un tiro finito sulla traversa. I rossoneri sembrano dominare il match, ma la Juve è un diesel e in contropiede fa male. Felipe Melo e Aquilani salgono in cattedra. Marchisio è ovunque. Azione corale bianconera al 24' De Ceglie crossa benissimo in mezzo e perfetta incornata di Quagliarella che termina all'incrocio dei pali per il gol del vantaggio juventino. Alla mezzora scontro ginocchio-ginocchio tra Bonera e De Ceglie. Entrambi ko e dentro Abate e Pepe, nell'insolito ruolo di terzino. La squadra di Allegri tenta di reagire alzando il ritmo e ancora Ibrahimovic ha mancato il gol del pari.

Nella ripresa il tema della gara non cambia. I rossoneri gestiscono il possesso di palla e gli undici di Delneri tutti dietro la linea del pallone pronti a sfruttare le ripartenze. E' stato Sissoko, entrato da poco al posto dell'infortunato Martinez, a dare il via all'azione del raddoppio. Quagliarella pesca bene il maliano che davanti ad Abbiati prima cicca clamorosamente un pallone e poi lo scarica per l'accorrente Del Piero che ha insaccato di collo pieno. Gol numero 179 in bianconero. Più di tutti, più di Boniperti. Il Milan è alle corde e l'unico a crederci è un immenso Gattuso. Allegri le prova tutte: dentro Seedorf e Inzaghi, fuori Boateng e Pato. I rossoneri vanno all'arrembaggio. Antonini crossa e il colpo di testa vincente di Ibrahimovic infiamma gli ultimi 10'. Nel finale occasione ancora per il Milan in mischia ma Ibra e Inzaghi non trovano il tocco vincente. Vince la Juve, per il Milan il novembre di fuoco non inizierà nel migliore dei modi.


TABELLINO



Milan (4-3-1-2): Abbiati 6; Bonera 5,5 (34' Abate5,5), Nesta 6, Papastathopoulos 5, Antonini 5; Gattuso 7, Pirlo 6, Boateng 5 (25' st Seedorf sv); Robinho 6; Pato 5 (30' st Inzaghi 6), Ibrahimovic 7. A disp.: Amelia, Yepes, Montelongo, Flamini. All.: Allegri

Juventus (4-4-2): Storari 6,5; Motta 5,5, Bonucci 6, Legrottaglie 6, De Ceglie 6 (40' Pepe 6); Martinez  6,5 (11' st Sissoko 6), Felipe Melo 7, Aquilani 7, Marchisio 7; Quagliarella 7, Del Piero 6,5 (40' st Amauri). A disp.: Costantino, Giandonato, Sorensen, Giannetti. All.: Delneri

Arbitro: Rocchi

Marcatori: 24' Quagliarella, 20' st Del Piero (J), 37' st Ibrahimovic (M)

Ammoniti: F. Melo, Pepe (J), Boateng, Pirlo (M)


Espulsi: -

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'orgoglio bianconero schiaccia il Milan

MilanoToday è in caricamento