Sport

Il Milan spinge per Torres. Borini l'alternativa. Piace van Ginkel

Galliani: "L'obiettivo è una punta importante". Per il centrocampo c'è van Ginkel in prestito dal Chelsea

C'è una prima scelta, Fernando Torres, e ci sono tre alternative: Fabio Borini, Roberto Soldado e Kostas Mitroglou. Il giocatore che prenderà il posto di Mario Balotelli al centro del tridente del Milan potrebbe uscire da questa rosa, i cui petali saranno sfogliati fino all'ultimo dall'ad rossonero Adriano Galliani, negli ultimi sei giorni di un mercato in cui l'imperativo categorico si è rivelato contenere al massimo spese e ingaggi. In mattinata a Casa Milan è andato in scena uno scambio di regali fra Galliani e l'altro ad, Barbara Berlusconi, che il 30 luglio hanno festeggiato rispettivamente il 70mo e il 30mo compleanno e non si erano ancora visti. 

"I rapporti fra me e Barbara sono ottimi", assicura Galliani che vorrebbe fare un regalo anche a Pippo Inzaghi ma è il primo a sapere che il Milan non è in vena di investimenti importanti, nemmeno dopo aver incassato dal Liverpool i 20 milioni di euro per Balotelli. Nei giorni scorsi gli ostacoli economici hanno costretto il Milan finora a scartare Jackson Martinez e Mattia Destro, valutati oltre 20 milioni di euro da Porto e Roma. Mentre il dato anagrafico ha spinto il presidente Silvio Berlusconi a stoppare l'arrivo a parametro zero del trentatreenne Samuel Eto'o. 

E da ultimo è arrivato il 'no' del Manchester City a una richiesta per Alvaro Negredo. Così in un lungo pranzo a Milanello Galliani e Inzaghi hanno ristretto la lista dei candidati. "Siamo alle ultime ore di mercato, vediamo se riusciamo ad acquisire una importante prima punta - spiega Galliani - Questo è l'obiettivo principale. Torres è certamente una importante prima punta, vediamo se riusciamo ad acquisire lui o qualche altro giocatore". Il Milan ha chiesto in prestito al Chelsea il trentenne spagnolo, ma senza un taglio di almeno metà dell'ingaggio da 8 milioni di euro netti il suo arrivo a Milanello è improbabile. La prima alternativa è Borini, classe '91, che qualche anno fa era paragonato proprio a Inzaghi, e dopo una stagione in prestito al Sunderland è destinato a non trovare posto al Liverpool. Se non dovesse arrivare una punta centrale, in extremis Galliani potrebbe farsi avanti per Maxime Lestienne, esterno belga del Brugge. 

Oltre a cercare un settimo attaccante, il Milan sta valutando occasioni anche per rinforzare il centrocampo. "È possibile" l'arrivo in prestito di Marco van Ginkel, olandese classe '92, ammette Galliani: "Abbiamo scritto al Chelsea, stiamo attendendo una risposta e siamo abbastanza fiduciosi". Mentre davanti a una valutazione di oltre 20 milioni di euro è stata accantonata la trattativa per Adrien Rabiot del Psg. A dispetto dei rumors, il Milan non avrebbe intenzione di cedere De Jong, Niang e Pazzini, mentre Galliani sta cercando una destinazione per Gabriel, Albertazzi e Mexes.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Milan spinge per Torres. Borini l'alternativa. Piace van Ginkel

MilanoToday è in caricamento