rotate-mobile
Sport

Mourinho: "L'Inter? E' casa mia. Così come lo è per Oriali"

Nel giorno della presentazione del nuovo tecnico Andrea Stramaccioni, un po' di nostalgia nerazzurra per Josè Mourinho: "Tornare? E' possibile. L'Inter è casa mia e un giorno..."

"Un ritorno all'Inter? Un ritorno a casa è sempre possibile: l'Inter è casa mia e un giorno potrei ritornare". Nel giorno in cui i nerazzurri presentano il nuovo tecnico, il giovane Stramaccioni, José Mourinho non esclude, anzi, un futuro ancora alla corte di Moratti. "Sono un tifoso e come i tifosi ora sono triste, ma spero che la prossima stagione possa essere migliore - dice l'ex tecnico nerazzurro dopo la vittoria per 3-0 del suo Real nell'andata dei quarti di Champions con l'Apoel Nicosia ai microfoni di Mediaset Premium - Il ciclo è finito? Magari gli stessi giocatori di quest'anno l'anno prossimo possono ritornare a vincere: la nostra è stata una stagione irripetibile, fantastica, e per i nuovi allenatori e giocatori può essere un peso. Un pronostico su Milan-Barcellona? Spero che alla fine non si parli dell'arbitro. Mi dispiace per Ranieri. Confidavo che con lui i risultati sarebbero potuti arrivare. Ma il calcio è così" ha proseguito ai microfoni di Sky il tecnico portoghese, che rivolge un in bocca a lupo al nuovo tecnico interista Andrea Stramaccioni. "Come interista voglio che faccia bene - conclude -. Mi dispiace per Ranieri, ma al ragazzo auguro che faccia bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mourinho: "L'Inter? E' casa mia. Così come lo è per Oriali"

MilanoToday è in caricamento