Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

L'Inter stecca ancora: al San Paolo finisce a reti inviolate

Per il terzo anno di fila i nerazzuri non riescono a vincere al San Paolo. Dopo Parma è il secondo pari di fila. La Roma è a meno sette e il Milan potenzialmente a meno sei.

Finisce senza reti ma con tantissime emozioni il posticipo serale del San Paolo tra Napoli e Inter: partita bellissima, tre legni colpiti e molte altre emozioni in una cornice da brividi. L’Inter, dopo il recupero di Parma, pareggia la seconda partita consecutiva e vede assottigliarsi il vantaggio sulla Roma (+ 7) e sul Milan (+ 9 ma con una partita in meno). Non è assolutamente il caso di preoccuparsi, semmai le preoccupazioni sono di chi insegue direbbe Mourinho, ma stare all’erta sì, visto che incombe la Champions che può sottrarre energie nervose e fisiche; la Roma è in un grande momento e la banda di Ranieri potrebbe approfittarne.

Non ci sono, come previsto, Balotelli ed Eto’o e in avanti c’è il tridente Sneijder Pandev Milito; il Napoli si affida a Quagliarella e Hamsik a supporto di Denis, assente di lusso Lavezzi. I partenopei, trascinati dalla bolgia del San Paolo, partono a razzo: Hamsik disegna una traiettoria splendida che incoccia l’incrocio dei pali, l’Inter corre altri pericoli ma Julio Cesar è bravo su Quagliarella e superbo sul colpo di testa di Denis. 

Sneijder è ingabbiato, non riesce a trovare spazi nemmeno Pandev e la manovra ne risente tantissimo. Muntari prova dalla distanza e pareggia il conto dei pali con un gran sinistro che si stampa sulla traversa. Ma il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nella ripresa i padroni di casa rallentano inevitabilmente i ritmi e l’Inter cerca di approfittarne. Mariga subentra a Muntari e si fa subito apprezzare, Santon cerca qualche discesa in più ma è Milito l’uomo più pericoloso: movimenti sempre perfetti quelli del Principe, sempre a servizio della squadra. L’equilibrio rischia di spezzarsi con un altro palo colpito da Quagliarella che sfrutta una bella sponda di testa di Denis e colpisce il palo con Julio Cesar battuto. 

Mourinho è un fiume in piena nel dopo partita: “Non so se il risultato sia giusto, loro hanno giocato meglio nel primo tempo, noi nel secondo. Ma c’era un rigore netto per noi, perché non ce lo fischiano? Mi hanno riferito che il presidente del Napoli ha parlato di me. Lui parla spesso, parla molto, parla, parla. Il calcio però non è Hollywood, non è cinema. Ma va bene così, pensiamo al calcio che è meglio”.


Questo il tabellino di Napoli Inter 0 a 0

NAPOLI (3-4-3): De Sanctis 7, Campagnaro 6,5, Cannavaro 6, Grava 7; Zuniga 6,5 (80'Cigarini sv), Gargano 5,5, 5 Pazienza 6,5, Aronica 6,5;  Hamsik 6, Quagliarella 5,5,Denis 5. All.: Mazzarri. In panchina: Iezzo, Rinaudo, Rullo, Dossena, Bogliacino, Hoffer
INTER (4-3-1-2): Julio Cesar 7; Maicon 5, Lucio 6,5, Samuel 6,5, Santon 6; Muntari 6 (46' Mariga 6), Cambiasso 6,5, Zanetti 7; Sneijder 5,5; Milito 7, Pandev 6 (73' Eto'o sv). All.: Mourinho. In panchina: Toldo, Cordoba, Thiago Motta, Quaresma, Khrin.


© Riproduzione riservata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Inter stecca ancora: al San Paolo finisce a reti inviolate

MilanoToday è in caricamento