Sport San Siro / Piazza Axum

Il presidente del Municipio di San Siro dice che «chi vuole abbattere il Meazza è matto»

Lo stadio riaperto per la giornata di solidarietà con i giovani portieri e il memorial Giovanni Marra. Bestetti, forzista e presidente del Municipio 7, torna a ribadire la sua contrarietà ad abbattere San Siro

Marco Bestetti a San Siro

Fin da subito si era schierato contro l'abbattimento dello stadio Meazza, a San Siro, per costruire un nuovo impianto. Aveva fondato un comitato per la difesa dello stadio e si era detto favorevole a un referendum per difendere la "Scala del calcio". Marco Bestetti, presidente del Municipio 7 ed esponente di Forza Italia, torna in "campo", nel vero senso del termine, e sul tema. «Una meraviglia, una grande emozione tornare qui e calpestare quest'erba sacra. Viva Milano, viva questo meraviglioso impianto. Pensate, qualcuno vorrebbe anche abbatterlo. Matti, matti, matti», dichiara pubblicando su Instagram un video selfie dall'interno dello stadio.

L'occasione, giovedì 3 giugno, era il "Trofeo interforze memorial Giovanni Marra", con forze dell'ordine e bambini allo stadio per un pomeriggio di sport, divertimento e solidarietà, con cinquanta giovani portieri dell'associazione Goalkeeperapp che hanno realizzato il "sogno" di calpestare il campo del Meazza e una partita di solidarietà tra rappresentanti delle forze dell'ordine e l'associazione Amici di Giovanni Marra, l'ex presidente del consiglio comunale scomparso a 43 anni nel 2004.

La "partita" del nuovo stadio: se ne riparla dopo le elezioni

Ed è in stallo il procedimento verso il nuovo impianto che dovrebbe essere edificato nei pressi di via Tesio sostituendo il Meazza, la cui struttura verrebbe comunque in parte conservata secondo i dettami della Sovrintendenza. Dopo che il consiglio comunale aveva fissato sedici "paletti" chiedendo ai club milanesi di ripresentare progetti aggiornati, l'attenzione si è spostata sull'effettiva proprietà prima del Milan e, di recente, anche dell'Inter. Il sindaco Beppe Sala in particolare aveva annunciato che avrebbe voluto attendere per vedere quale sarebbe stata l'evoluzione societaria, dopo che si erano diffuse notizie sul fatto che Suning stesse cercando nuovi soci, provocando anche una durissima reazione del club nerazzurro.

La "partita" del nuovo stadio (eventuale) sarà appannaggio ormai della prossima consiliatura. In vista della quale Bestetti (dato per ricandidato alla presidenza del Municipio 7 per il centrodestra) si prepara a "scaldare i muscoli", lui che da sempre è contrario al nuovo impianto e, va detto, in posizione minoritaria dentro il suo schieramento. Anche la Lega, infatti, all'inizio contraria ad abbattere San Siro (nel 2019 Salvini dichiarava apertamente di volerlo salvare ristrutturandolo e aggiungendo una galleria panoramica al posto del terzo anello, come da un progetto già presentato agli uffici comunali), ora ha una posizione diversa: all'epoca dello scontro tra Sala e l'Inter, a marzo 2021, ha affermato che «con noi il nuovo stadio si farà».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente del Municipio di San Siro dice che «chi vuole abbattere il Meazza è matto»

MilanoToday è in caricamento