Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

San Siro, Scaroni (Milan): «Solo le comunali ostacolo tra i club e il nuovo stadio»

Milan e Inter vorrebbero "chiudere" al più presto sull'impianto che sostituirà il Meazza

E' fiducioso che il nuovo stadio a San Siro si costruirà, il presidente del Milan Paolo Scaroni. Ai microfoni di La Politica nel Pallone, su Radio Uno, il top manager rossonero ha parlato del nuovo impianto che Milan e Inter vorrebbero realizzare al posto del parcheggio e del parco che si trovano ad ovest dell'attuale Meazza, con un complesso di uffici per il terziario, un albergo e negozi.

Dopo la "pace" tra Zhang (Inter) e il sindaco Beppe Sala, secondo Scaroni non c'è «nessun ostacolo tra noi club e il nuovo stadio, tranne le comunali di Milano» che si terranno il 10 e 11 ottobre, rimandate in autunno per la pandemia covid. Recentemente Palazzo Marino e l'Inter avevano avuto da ridire sull'effettiva proprietà futura del club nerazzurro ma Zhang ha fornito rassicurazioni a Sala che Suning non smetterà di gestire il club. 

«La giunta attuale - ha osservato Scaroni - potrebbe rimandare a dopo le votazioni la data dell'approvazione del progetto che, ormai, in città molti caldeggiano, compreso il sindaco con il quale ho un rapporto continuo. Le voci contrarie sono rimaste poche». Secondo il presidente del Milan, «lo stadio è un regalo irrinunciabile per la città di Milano e sono convinto che si farà. Mi auguro di poter arrivare alla realizzazione dell'impianto entro le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Siro, Scaroni (Milan): «Solo le comunali ostacolo tra i club e il nuovo stadio»

MilanoToday è in caricamento