rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Eurolega: Olimpia beffata dal Barcellona

I ragazzi di coach Banchi dominano tutta la partita, ma «cadono» poco prima del finale. Il risultato è di 84 a 80

Senza Alessandro Gentile e senza David Moss, l’Olimpia gioca una partita eroica a Barcellona, la comanda dal nono minuto fino al 37° quasi ininterrottamente ma nel corpo a corpo finale il Barcellona ritrova Alex Abrines, capitalizza i 25 tiri liberi a 8 segnandone 23 e vince 84-80 sfruttando anche un atipico antisportivo fischiato a Melli cui in precedenza avevano anche dato un difficile tecnico per simulazione. In più nel pressing furioso, c’era stata un’infrazione di otto secondi evidente ma ignorata. Una grande prova e una sconfitta durissima da digerire.

IL PRIMO TEMPO – Il Barcellona si appoggia alla statura di Ante Tomic a inizio gara. Il croato segna i primi sei punti del Barcellona. L’Olimpia, costretta dalle assenze a partire con tre lunghi e Melli da ala piccola copre bene il perimetro ma non è fluida in attacco e perde qualche pallone che per Huertas significa volare in contropiede. I blaugrana vanno avanti 14-9. Ma l’Olimpia resta lì, difende, trova le giocate di Hackett, una penetrazione di Ragland e due voli di Brooks. Chiude il primo quarto avanti 19-16 e poi insiste. Tripla di Hackett, gioco da tre punti di Cerella, tre di Samuels e vola via sul 28-16 dopo due minuti del secondo periodo. Due volte il vantaggio sale a 14 punti, un tecnico alla panchina aiuta il Barcellona a superare il momento critico. Ma bastano un paio di palle perse e un gran primo tempo di Mario Hezonja per riavvicinarlo a meno sei all’intervallo. 42-36.

IL SECONDO TEMPO – Hackett si presenta con una tripla. Ma il Barcellona ritrova DeShaun Thomas che mette cinque punti consecutivi. Il Barcellona torna a meno quattro. Samuels e Brooks lo ricacciano a meno 9. Poi Hackett dall’angolo addirittura a 11. Qui il Barcellona usa la sua forza fisica e cinque punti di fila di Satoransky. L’Olimpia risponde con Brooks ma Oleson spara due triple di fila. Quella di Hackett è sputata dal ferro. La seconda bomba di Oleson vale il sorpasso Barcellona alla fine del terzo. 57-56. Una tripla dall’angolo di Hezonja spinge il Barcellona quattro punti avanti. L’Olimpia con un quintetto difensivo reagisce ancora (Meacham, Hackett, Cerella con Melli e James sono in campo). Hackett è uno spettacolo. Melli mette due bombe dallo stesso angolo e riporta l’EA7 avanti di tre. Abrines impatta a 70. Dalla lunetta Hackett firma il nuovo vantaggio ma Abrines ancora punisce da tre. Il Barcellona supera sul 75-73. L’Olimpia tiene in difesa. Samuels sorpassa da tre. Tomic dalla linea non sbaglia mai. Ma a 50 secondi dalla fine Sam riporta Milano avanti. La risposta di Abrines vale il vantaggio del Barcellona. Samuels sbaglia un difficile tiro dalla media. Nel pressing finale il Barcellona supera la metà campo in ritardo, poi l’Olimpia quasi ruba palla ma a Melli fischiano un antisportivo molto discutibile.che di fatto chiude la partita (fonte: OlimpiaMilano.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eurolega: Olimpia beffata dal Barcellona

MilanoToday è in caricamento