Pala Italia, via libera in anticipo alla "bonifica militare" a Santa Giulia

Si accelerano i tempi per poter realizzare l'impianto che ospiterà alcune competizioni delle Olimpiadi invernali 2026

Rendering del Pala Italia

Avviata la bonifica bellica dell'area nord del progetto Milano Santa Giulia, che coprirà 700 mila metri quadrati e su cui verrà realizzato il Pala Italia, la nuova arena che ospiterà alcune competizioni delle Olimpiadi invernali del 2026. Un intervento che segue il completamento, nelle scorse settimane, della pulizia e sfalcio di vegetazione ed arbusti. Lo rende noto la società Risanamento Spa.

L'attività tecnicamente detta di "de-bombing", che durerà tre mesi e sarà effettuata dalla società Ig Service insieme al Genio Militare di Padova, è oobbligatoria e propedeutica alla bonifica ambientale del suolo, che inizierà dopo l'approvazine, alla fine del primo trimestre del 2021, del Piano Integrato di Intervento relativo alla variante urbanistica, protocollati in versione definitiva nei mesi scorsi presso gli enti competenti.

Nel frattempo il Comune di Milano ha anticipato il "de-bombing" per affrettare i tempi (dettati dal Comitato internazionale olimpico) in vista della realizzazione del nuovo impianto sportivo da 15 mila spettatori: costerà quasi 70 milioni e sarà pronto, secondo la tabella di marcia, nel 2023.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

Torna su
MilanoToday è in caricamento