rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Olimpiadi Milano-Cortina

Torino e il Piemonte vogliono provare a prendersi un pezzo delle Olimpiadi Milano-Cortina

Il governatore Cirio e il sindaco di Torino Lo Russo insieme per proporre al Coni gli impianti sportivi torinesi: "Sono già pronti"

Il Piemonte vuole un pezzo di Olimpiadi invernali. Che si terranno, come è noto, a Milano e Cortina d'Ampezzo nel 2026, con gare previste anche in Valtellina. Suona quasi come una 'pretesa' quella lanciata da Alberto Cirio (presidente della Regione Piemonte) e da Stefano Lo Russo (appena eletto sindaco di Torino). Prima una 'stoccata' alla vecchia amministrazione torinese della pentastellata Chiara Appendino, che di fatto aveva rinunciato alle Olimpiadi perdendo parecchio tempo prima che il Coni decidesse per l'accoppiata Milano-Cortina: "Le Olimpiadi mancate sono state un errore enorme, che ha fatto danni enormi: è nostro dovere recuperare ciò che è recuperabile".

Poi una serie di dichiarazioni di apertura alla possibilità, almeno, di ospitare alcune gare. Anche se il piano è già stato presentato da tempo al comitato olimpico internazionale. Con la convinzione che a Torino e nei dintorni vi siano già impianti pronti (eredità delle Olimpiadi invernali del 2006) da utilizzare senza costruirne di nuovi. "I tempi di realizzazione delle opere - ha spiegato Cirio - sono sempre complicati in Italia. Pensiamo che tornino attuali e utili all'interesse del Paese il poter disporre di strutture già esistenti e operative".

"Possiamo mettere a disposizione l'eredità olimpica e l'impiantistica sportiva per rendere i giochi di Milano e Cortina più efficaci e far fare bella figura all'Italia, dando il nostro contributo come territorio", ha aggiunto Lo Russo. Infine ancora il governatore Cirio, che è di centrodestra, ha messo sul piatto "le buone relazioni" con i governi di Lombardia e Veneto, di colore leghista. Prossima mossa, tentare un approccio col presidente del Coni, Gianni Malagò.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino e il Piemonte vogliono provare a prendersi un pezzo delle Olimpiadi Milano-Cortina

MilanoToday è in caricamento