rotate-mobile
Sport

Il Milan espugna il Tardini grazie a una magia di Pirlo

Un super gol di Andrea Pirlo nel primo tempo consente ai rossoneri di vincere Parma. Nel Milan bene Ronaldinho, Ibrahimovic sciupone. Si rivede Pato

E' un Milan a trazione anteriore quello proposto da Allegri con davanti il trio Robinho - Ibrahimovic - Rondaldinho e con Gattuso a fare da diga in un centrocampo di qualità con Seedorf e Pirlo. Zambrotta vince il ballottaggio con Abate, Boateng e Pato partono dalla panchina. Il Parma deve fare a meno dei lungodegenti Giovinco, Galloppa e Paloschi e davanti sceglie Crespo, ex di turno.

I rossoneri partono subito bene con un diagonale di Ibrahimovic che finisce a un metro dalla porte di Mirante. I ragazzi di Marino, però, prendono le misure in pochi minuti e si fanno pericolosi sulle corsie laterali con Marques e Angelo. Al'ottavo Antonini, graziato in precedenza, si becca il primo giallo. Al 12' è proprio l'ex fantasista dell'Espanyol a pescare Angelo sul lato opposto che a sua volta crossa per Crespo, ma il colpo di testa dell'argentino termina innocuo tra le braccia di Abbiati. Nell'occasioni il Tardini protesta per un 'affossamento' di Nesta sul Valdanito, per Orsato è tutto regolare. Il Milan risponde al 16' con il solito Ibra che, dopo aver dialogato con Robinho, lascia partire un destro che impegna Mirante. La partita si mantiene su buoni ritmi e la fisicità del Parma a centrocampo mantiene il match in equilibrio. A rompere la parità ci pensa Andrea Pirlo con una magia. Al 26' il regista rossonero prende palla dai 30 metri e, lasciato colpevolmente solo, lascia partire un missile telecomandato che si abbassa all'improvviso finendo sotto l'incrocio del pali difeso da Mirante: Milan in vantaggio con Ronaldinho che esulta stupito davanti alla prodezza del compagno. Il Parma è frastornato dopo il gol subito e il Milan continua a far male davanti, prima con Ibrahimovic che da due passi spara su Mirante e poi con Robinho che di testa fa il solletico al portiere ex Samp. Entrambe le occasioni sono state ispirate da Ronaldinho. Le squadre si allungano e si sbaglia parecchio. Al 37' occasione incredibile per il Milan: Ibrahimovic, di fisico, si sbarazza di Paci e a tu per tu con Mirante calcia per ben tre volte a rete ma il portiere del Parma si oppone sempre tenendo a galla i suoi. Al 43' Pirlo con lob sontuoso pesca Antonini in area: ottimo controllo e tirocross del biondo terzino e Roninho viene anticipato sulla linea di porta. Il Milan disputa un primo tempo di personalità e dopo aver sofferto nella fase iniziale, controlla bene la partita ma spreca troppe occasioni con Ibrahimovic e compagni.

Il secondo tempo si apre con un doppio cambio per gli emiliani: fuori Candreva e Morrone, dentro Valiani e Dzemaili. La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione di gara con il Parma che prova a cercare il pari ma senza troppa fortuna, anzi è il Milan a sfiorare il raddoppio con un funambolico Ronaldinho che salta Valiani e lascia partire un bolide disinnescato dall'ottimo Mirante. I ritmi calano e il centrocampo di Allegri addormenta il gioco. Marino le prova tutte e inserisce Bojinov per Angelo. Al 25' Antonini si scontra con Bojinov al volto, probabile frattura del setto nasale per lui e al suo posto entra Abate. Allegri ne approfitta per far entrare anche Pato al posto di uno stanco Robinho. Alla mezz'ora Marques aggancia in modo perfetto un pallone in area, punta Abate, c'è contatto e va giù: per Orsato è tutto regolare. In panchina emiliana protesta il Ds Leonardi che viene espulso. La partita si innervosisce e Ibra viene ammonito dopo un battibecco con Paci. Allegri ha bisogno di nuove energie e leva Gattuso per Boateng. Il Parma ci crede e al 32' ci prova da lontano con Dzemaili ma Abbiati allunga in calcio d'angolo. Dal corner contatto dubbio tra Nesta e Paci che da vita a nuove proteste emiliane. Il Parma ci prova, ma il Milan va vicina al raddoppio con Ronaldinho che in contropiede sfiora il palo sinistro di Mirante e al 39' ancora Dinho illumina per Pato ma il tiro del Papero è debole e centrale. Il Parma, dopo il forcing di metà ripresa, si è sfiatato e il Milan amministra il vantaggio con apparente calma. In avanti si vedono sprazzi di intesa del trio Ibra - Pato - Dinho, ma il tridente rossonero è troppo lezioso e non punge. Per Orsato basta così e il Milan vince sul difficile campo del Parma.


TOP


ANDREA PIRLO 6,5: Il regista rossonero torna al gol e lo fa con un destro di alta classe disegnando una traiettoria che sfugge alla leggi della fisica. Dopo il vantaggio gestisce bene la zona mediana del campo

FLOP

IBRAHIMOVIC 5: E se il Milan non avesse fatto punti sarebbe stato 4. La punta rossonera si divora almeno 3 palle gol e in una spare per ben 3 volte addosso a Mirante. Troppo nervoso ingaggia un duello di wrestling con Paci


TABELLINO


PARMA-MILAN 0-1
Marcatori: 25' Pirlo (M)

Parma (4-2-3-1): Mirante; Zaccardo, Paci, A.Lucarelli, Antonelli; Morrone (6' st Dzemaili), Gobbi; Angelo (21' st Bojinov), Candreva (1' st Valiani), Marques; Crespo. A disp.: Pavarini, Paletta, Dellafiore, Pisano. All.: Marino

Milan (4-3-3): Abbiati; Zambrotta, Nesta, Thiago Silva, Antonini (26' st Abate); Gattuso (32' st Boateng), Pirlo, Seedorf; Robinho (27' st Pato), Ibrahimovic, Ronaldinho A disp.: Amelia, Yepes, Flamini, Inzaghi. All.: Allegri

Arbitro: Orsato

Ammoniti: Angelo (P), Antonini (M), Gattuso (M), Ibrahimovic (M), Boateng (M), Abbiati (M)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Milan espugna il Tardini grazie a una magia di Pirlo

MilanoToday è in caricamento