Sport

Pioli spiega che il Milan pensa al presente e 'dribbla' l'argomento Super League

"Il Milan negli ultimi 7 anni non è arrivato nelle prime 4. Sarebbe un traguardo importante"

 "Ascolto i consigli del mio club che mi ha chiesto di focalizzarci sul lavoro e sul presente. Su quello che sarà il futuro si vedrà. Ma non è questo il momento di pensare ad altro". Il tecnico del Milan Stefano Pioli, alla vigilia della sfida contro il Sassuolo, dribbla l'argomento Super League.

"Il Milan negli ultimi sette anni non è arrivato nelle prime quattro. Sarebbe un traguardo importante. Mancano sette partite, il futuro non si può prevedere e non sono io la persona più indicata per parlarne", spiega Pioli rispondendo ad una domanda sull'obiettivo Champions dopo i recenti sviluppi.

Cos'è la Superlega

La Superlega, ufficialmente Super League, è un progetto di una competizione europea tra club. Il progetto è stato annunciato lunedì 19 aprile con un comunicato sottoscritto da 12 squadre. Per il momento non è chiaro quando inizierebbe la competizione né chi la arbitrerà.

Nelle intenzioni dei fondatori la Superlega dovrebbe essere una sorta di Champions League, ma più esclusiva, che mette di fronte 20 squadre, di cui 15 club fondatori - sempre qualificati di diritto - e altre 5 squadre scelte attraverso un meccanismo di qualificazione e selezionate ogni anno in base ai risultati conseguiti nella stagione precedente.

Le squadre fondatrici sono Inter, Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur. "È previsto che altri tre club aderiranno come Club Fondatori prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare non appena possibile", si legge nel comunicato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioli spiega che il Milan pensa al presente e 'dribbla' l'argomento Super League

MilanoToday è in caricamento