rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Raduno Milan, Galliani: "Quest'anno sarà ancora un grande Milan e Berlusconi non lascia"

Al via a Milanello la stagione rossonera, con i 4 nuovi acquisti. Berlusconi assente giustificato per funerale militare morto in Afghanistan. Galliani: "Mercato per ora chiuso, coglieremo solo le occasioni come sempre"

"Il Milan sarà un grande Milan anche quest'anno. E con il massimo impegno, come sempre, della famiglia Berlusconi, con la figura non solo del presidente del Consiglio ma anche della figlia Barbara. Il Lodo Mondadori non scalfirà le possibilità di una squadra che è campione d'Italia e che vuole riconfermarsi anche in campo europeo. Berlusconi non lascia, ma ci sarà con il solito vigore".

Firmato: Adriano Galliani. Il vicepresidente del Milan ha tenuto a battesino, per il 25esimo anno consecutivo, la stagione rossonera, con il ritiro a Milanello, iniziato martedì 12 luglio. Tantissimi i supporter - si parla di 5mila persone - che hanno voluto salutare i propri beniamini, tra cui i quattro nuovi acquisti. Doveva anche esserci il presidente Berlusconi, ma il premier ha partecipato alle esequie del militare rimasto ucciso in Afghanistan, Roberto Marchini, e ha dovuto rimandare il saluto alla squadra.

Galliani ha confessato ai giornalisti "di non temere nessuno" nella concorrenza scudetto e, sul mercato, ha precisato: "E' inutile parlare di mercato, non dobbiamo sempre pensare al mercato, pensiamo alla squadra che abbiamo. Noi siamo al completo, se ci saranno delle opportunità le coglieremo come abbiamo sempre fatto. La squadra è competitivissima. Prima della Supercoppa, abbiamo anche un torneo importante come l'Audi Cup a Monaco". Nelle immagini sotto, da www.acmilan.com, le immagini del raduno.

Milan foto raduno Milanello

Della bontà della rosa ne parla anche mister Massimiliano Allegri, che chiosa dipanando il dubbio-Cassano: "Per la nuova stagione cominciamo nel migliore dei modi, la società mi ha messo a disposizione tre nuovi acquisti più Paloschi e si è mossa nel migliore dei modi. L'anno scorso ho cambiato molti Milan a causa degli infortuni che abbiamo avuto, abbiamo finito il Campionato con Boateng trequartista, prima lo faceva Robinho, abbiamo giocatori che ci consentono più soluzioni, la rosa in questo momento è al completo, sono contento dei giocatori che ho a disposizione, rispetto all'anno scorso sono arrivati quattro giocatori nuovi e dobbiamo migliorare, dobbiamo solo pensare a far bene. Cassano? Nessuna società e nessun allenatore al mondo possono garantire il posto da titolare ad un giocatore, lui sarà un giocatore importante per il Milan come lo è stato nei sei mesi in cui ha giocato con noi".

Esordio come "milanista" doc anche per Philippe Mexes, ex terzino della Roma: "Sto abbastanza bene. Sto facendo il recupero, spero di ritrovare il campo il più presto possibile. Valuteremo oggi il ginocchio e lavoreremo per andare veloce ma senza fretta, il ginocchio è rischioso. Questa maglia per me significa tanto, sono allegro perchè sono qui, sono felice e orgoglioso di indossare questa maglia e spero di onorarla il prima possibile per far vedere quello che valgo. Ho bisogno di tempo, ma farò il massimo per ritrovare il campo, spero di essere all'altezza dei miei compagni che hanno vinto lo scudetto l'anno scorso".

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raduno Milan, Galliani: "Quest'anno sarà ancora un grande Milan e Berlusconi non lascia"

MilanoToday è in caricamento