rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Lo stadio

San Siro, per Webuild, si può ristrutturare lavorando d'estate

Non è ancora pronto lo studio di fattibilità, ma il direttore generale dell'azienda ha anticipato la possibile soluzione per permettere a Milan e Inter di continuare a giocare durante i lavori

Due anni di lavori, concentrandoli soprattutto d'estate, da giugno a settembre. È la soluzione a cui sta lavorando Webuild per la ristrutturazione dello stadio Meazza in modo da impattare il meno possibile sulla stagione calcistica. I due club milanesi, Milan e Inter, avevano indicato come fondamentale l'esigenza di continuare a disputare le partite durante un'eventuale ristrutturazione dello stadio, come condizione imprescindibile per cambiare idea e rinunciare ai nuovi impianti a San Donato Milanese (per il Milan) e Rozzano (per l'Inter).

Webuild si è assunta l'impegno di presentare uno studio di fattibilità entro tre mesi. Mercoledì, a Rai Sport, ne ha parlato il direttore generale del colosso edile, Massimo Ferrari. Secondo l'azienda, la ristrutturazione di San Siro, ad esempio come proposta dallo studio Arco Associati, si può fare rispettando l'esigenza dei club di non interrompere l'attività calcistica e nemmeno diminuire in modo sostanziale (anche se temporaneamente) la disponibilità di posti sugli spalti. Milan e Inter stanno per esporre con maggiore precisione le loro necessità a Webuild, in vista proprio dello studio di fattibilità.

Uno dei problemi dei club è quello di aumentare le entrate da stadio. E si può fare aumentando il numero di 'posti vip'. Per Ferrari, ai microfoni di Rai Sport, tre le alternative: creare un'area vip tra il primo e il secondo anello, utilizzare in parte quest'area e in parte uno spazio esterno o, infine, crearla totalmente all'esterno con un accesso preferenziale all'impianto.

Il sindaco Beppe Sala ha deciso di accelerare sull'ipotesi di ristrutturare il Meazza dando ormai per scontato che, nel 2025, scatterà il vincolo culturale sul secondo anello dell'impianto, con l'impossibilità di abbatterlo. Grazie all'interessamento del consigliere milanese di Forza Italia Alessandro De Chirico, in precedenza favorevole ad abbattere lo stadio, è stato presentato a Palazzo Marino un progetto dello studio Arco Associati, che prevede una ristrutturazione compatibile con la continuità sportiva durante i lavori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Siro, per Webuild, si può ristrutturare lavorando d'estate

MilanoToday è in caricamento