rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Tonfo Inter: ko all'Olimpico per 2 a 1

Non basta un gol di Diego Milito ai nerazzurri che escono battutti dall'Olimpico da una grande Roma. Di De Rossi e Toni i gol giallorossi

Atmosfera delle grandi occasioni all'Olimpico per la partita dell'anno: Roma-Inter. Il clima allo stadio è elettrico. 71000 i tifosi romanisti e quattromila i supporters interisti giunti da Milano. Giornalisti accreditati a centinaia e televisioni provenienti da tutto il mondo. Non solo i media: la tribuna d'onore è infarcita di personaggi politici e del mondo dello spettacolo. Basta fronzoli, si gioca. Claudio Ranieri scioglie i dubbi della vigilia e schiera Menez al posto di Taddei, con Piazarro vertice basso di centrocampo. Panchina per Francesco Totti. José Mourinho sceglie Zanetti a sinistra al posto di Chivu, con Stankovic e Thiago Motta al fianco di Cambiasso, sarà Snejider a supportare Milito e Eto'o.

Squadre speculari in avvio con entrambi i centrocampo a rombo. Pochi fronzoli e subito ritmi alti nel match. L'Inter prova ad offende con gli inserimenti di Stankovic e le falcate di Maicon, la Roma si difende bene però con De Rossi in costante raddoppio. Ranieri riadatta lo schieramento tattico dei suoi e allarga Menez a destra con Vucinic libero di agire a piacimento dietro Toni. Partita molto fisica e contratta, le due squadre sono molto bloccate e si gioca in 40 metri. Al 16' l'Olimpico esplode. Punizione dalla trequarti di Pizarro, sul secondo palo stacca Burdisso, paperaccia clamorosa di Julio Cesar irrompe Daniele De Rossi che scippa la palla a Samuel e la Roma così passa avanti: 1-0. Grande esultanza per Capitan Futuro che bacia prima lo stemma giallorosso e poi il para stinco con cui ha bruciato Julio Cesar. L'Inter non ci sta, punizione per i nerazzurri dai 30 metri. Tiro secco di Snejider che finisce a un metro dal palo sinistro di Julio Sergio. Clima strano tra gli spalti, al gol il popolo giallorosso è esploso ma c'è tensione e un pizzico di paura tra i supporter romanisti. Al di là del gol, meglio la Roma in questa prima parte di gara grazie al super lavoro di Luca Toni che da vero gladiatore si batte contro i corazzieri Lucio e Samuel. Al 23' sussulto Inter con un bel tiro al volo di Thiago Motta che però non preoccupa Julio Sergio. I ragazzi di Ranieri giocano con grande intensità, arrivano prima sulle seconde palle e Menez e Vucinic si muovono bene tra le due linee. L'Inter prova ad al alzare il proprio baricentro, ma la difesa della Roma guidata da un super Juan tiene bene. Al 28' la Roma vicina al raddoppio. De Rossi pesca bene Vucinic che al limite dell'area di rigore mira e tira ma la palla, deviata da Samuel, lambisce il montante sinistro di Julio Cesar. Prova di grande maturità della Roma che con Pizarro e De Rossi tiene il possesso del centrocampo e con Menez e Vucinic accelera sulla trequarti. Al 31' Roma, ancora vicina al gol. Punizione di Riise che lascia partire un missile terra aria. La palla, partita veloce, gira all'ultimo istante ed esce a lato a Julio Cesar battuto. E' una grande Roma quella che stiamo apprezzando all'Olimpico. L'Inter sembra alle corde e vive delle sporadiche iniziative di Snejider. Al 37', ennesimo calcio di punizione guadagnato dalla Roma sulla trequarti. Pizarro, finge di darla a Riise e di tacco serve Vucinic, che lascia partire una sassata che un attento Julio Cesar manda in calcio d'angolo. Grande primo tempo della Roma che meriterebbe il raddoppio. Al 41' l'Inter entra nel match. Calcio d'angolo e stacco imperioso di Samuel, ma la palla si stampa sulla traversa. L'argentino manca il gol dell'ex e la Roma si impaurisce. Traversa pazzesca! I nerazzurri, pessimi fin'ora, si svegliano e nel finale del primo tempo spingono alla ricerca del pareggio. A tempo praticamente scaduto contatto dubbio tra Cassetti e Snejider in area, l'arbitro fischia ma è per la fine del primo tempo. I giocatori nerazzurri accerchiano Morganti ma da come si vede dalle immagini Cassetti colpisce la palla. Con queste ultime emozioni finisce un primo tempo molto intenso, giocato splendidamente dalla Roma che ha rischiato più volte di segnare il due a zero. Nonostante ciò, nel finale l'Inter avrebbe potuto trovare il pari.

L'Inter entra in campo con un altro piglio. Eto'o pesca bene il taglio di Milito che prima intenzione batte a rete. La palla, deviata leggermente da Burdisso, scheggia l'incrocio dei pali. Secondo legno per l'Inter che in questo avvio di ripresa appare più determinata rispetto al suo opaco primo tempo. Al 6', la Roma si fa sorprendere in contropiede. Milito serve bene Snejider tra le linee. L'olandese scarta Riise e tira in porta a botta sicura ma Julio Sergio è attento e devia bene. La pressione della Roma è molto calata l'Inter guadagna metri a centrocampo. Al 10' Lucio, diffidato, è il quarto ammonito in casa Inter per un fallo su Vucinic. Il brasiliano non sarà l'unico a saltare la prossima sfida di campionato. Il giudice sportivo, infatti fermerà anche Capitan Zanetti. Entrambi salteranno il Bologna. Dalla punizione, battuta da Pizarro, Toni sale più alto di tutti e sfiora la traversa. La partita però diventa più nervosa. Falli e cartellini gialli si sprecano. Morganti ammonisce Perrotta e Menez, entrambi diffidati. I due salteranno la sfida contro il Bari. Al 14' José Mourinho cambia la squadra, riproponendo lo schema già visto a Londra contro il Chelsea. Fuori Stankovic dentro Pandev. Il macedone al 16', pesca Milito in area, il Principe la passa di petto a Sneijder, chiuso da Pizarro prima del tiro. La Roma nonostante stia tirando un po' il fiato quando si propone in fase offensiva fa sempre paura all'Inter. Al 20' cambia ancora la partita. Snejider lavora bene un pallone, uno due con Pandev, tiro dell'olandese ribattuto da Burdisso. L'azione però non è finita, e Snejider recupera palla dalla spazzatura e la trasforma in un assist al bacio per Milito che brucia in anticipo lo stesso Burdisso: 1-1. 18° centro stagionale per El Principe, ma azione viziata da un netto fuorigioco di Pandev che da il là all'azione tambureggiante di Snejider. Abbaglio clamoroso della terna arbitrale che rischia di condizionare la gare e il seguito del campionato. Ranieri serra i ranghi e sostituisce uno stanco Menez con Taddei. La Roma in contropiede da il meglio di sé. Al 27' ancora un'emozione forte all'Olimpico. Riise centra dalla trequarti, Lucio allontana la palla che finisce sui piedi di Taddei. Il brasiliano di prima intenzione calcia a rete, ne esce fuori un tiro-cross che Toni addomestica e con il destro insacca alla sinistra di Julio Cesar. Grande giocata dell'attaccante azzurro che mostra l'orecchio alla Curva Sud. Ranieri cambia un claudicante De Rossi e inserisce Matteo Brighi. José Mourinho risponde e cambia ancora: 4-2-4. Fuori Cambiasso e Thiago Motta, dentro Quaresma e Chivu. L'Inter ora proverà il tutto per tutto e per la Roma si apriranno larghi spazi in contropiede. Morganti ammonisce Eto'o e Maicon, anche loro diffidati e anche loro salterà il Bologna. Al 40' grandissimo aggancio di Eto'o su un lancio dalle retrovie: il camerunese salta Juan e si libera al tiro, di poco alto. Al 42' altro boato dell'Olimpico. Fuori Vucinic, dentro Totti. Un cambio molto 'psicologico' di Ranieri. In questi minuti finali la tensione di taglia col coltello. Perrotta e Maicon discutono anche a palla lontana. Pizarro è super. Il cileno, uno dei tanti ex del match, è ovunque e pesca spesso e volentieri un suo compagno di squadra. L'Inter si prepara all'assalto finale, ma la Roma in contropiede è sempre pericolosa. Episodio da moviola al 45' in area nerazzurra. Maicon pasticcia di petto, Brighi ne approfitta contatto con Julio Cesar ma Morganti ammonisce il centrocampista giallorosso per simulazione. I nerazzurri, sono alle corde e Chivu rischia il rosso diretto per un fallaccio su Toni. Per Morganti, invece, è da ammonizione. Al 5' minuto di recupero Milito centra il palo e gela per un attimo i tifosi giallorossi. La sfera, dopo un rimpallo in area, arriva sui piedi dell'argentino che di prima intenzione calcia, ma il tiro, deviato da Juan, si infrange sul palo come i sogni di rimonta nerazzurra. Prestazione immensa della Roma che, fin dalle prime battute, domina l'Inter meritando la vittoria. Giallorossi ora a solo un punto di distacco dai nerazzurri. La battaglia è della Roma, ma la guerra chi la vincerà?


TOP

PIZARRO 8: E' ovunque, gioca una quantità industriale di palloni e sbaglia raramente

MILITO 7: Il migliore dei nerazzurri. Segna, prende un palo e fa reparto praticampente da solo

FLOP


JULIO CESAR 5: La sua papera apre la partita e rischia di pesare incredibilmente nella corsa scudetto. Rischia anche un goffo rigore su Brighi

MENEZ 5,5: Il francese è troppo nervoso. Fa buone giocate ma è troppo evanescente

IL TABELLINO


ROMA-INTER 2-1

Roma (4-3-1-2): Julio Sergio 6,5; Cassetti 6,5, Burdisso 7, Juan 6,5, Riise 6,5; Perrotta 6,5, Pizarro 8, De Rossi 7 (29' Brighi 6); Menez 5,5 (22' st Taddei 6); Vucinic 6,5 (41' st Totti sv), Toni 7,5. A disp.: Doni, Mexes, Tonetto, Baptista. All.: Ranieri

Inter (4-3-3): Julio Cesar 5; Maicon 6,5, Lucio 6,5, Samuel 6, J. Zanetti 5,5; Stankovic 5 (14' st Pandev 5), Cambiasso 6 (31' st Quaresma sv), T. Motta 5,5 (31' st Chivu 5); Sneijder 7; Eto'o 6, Milito 7. A disp.: Toldo, Materazzi, Cordoba, Muntari. All.: Mourinho

Arbitro: Morganti
Marcatori: 17' De Rossi, 28' Toni (R), 21' st Milito (I)
Ammoniti: Menez, Perrotta, Brighi (R), Samuel, J. Zanetti, T. Motta, Lucio, Maicon, Eto'o, Chivu (I)
Espulsi: nessuno


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tonfo Inter: ko all'Olimpico per 2 a 1

MilanoToday è in caricamento