rotate-mobile
Sport Forlanini / Via Corelli Arcangelo

Il Saini diventerà centro olimpico del Coni

Il Coni non ha poli di allenamento per gli atleti nel Nord Italia, e gestire il complesso è troppo oneroso per il Comune di Milano

Il centro sportivo Saini di via Corelli, perifera est di Milano, potrebbe entrare nell'orbita del Coni, il comitato olimpico nazionale. Nessuna decisione è stata presa, ma l'assessore allo sport Chiara Bisconti ne ha parlato col neo presidente del Coni, Giovanni Malagò, in visita a Milano. Il passaggio del Saini dal Comune (o meglio da MilanoSport) al Coni porterebbe benefici a entrambi i soggetti: da una parte libererebbe il Comune dalla gestione di un impianto molto complesso e quindi costoso. Dall'altra darebbe al Coni un centro di preparazione al nord, che ora manca. Sussistono infatti soltanto l'Acqua Acetosa a Roma e la sede di Tirrenia.

160mila mq a tre chilometri dall'aeroporto di Linate e dall'Idroscalo: al Saini si possono praticare moltissime discipline sportive. Dodici campi da tennis, uno da baseball, uno da rugby, due da calcio, uno da calcio a cinque, la pista di atletica, quella per il pattinaggio, la sala scherma, le palestre. E poi le piscine, una all'aperto da 25 metri e una da 50 con copertura invernale, oltre a quella per i tuffi. Un centro sportivo decisamente completo, che darebbe al Coni la possibilità di far allenare gli atleti di molte discipline nel nord Italia. E che potrebbe essere sfruttato in tutte le sue potenzialità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Saini diventerà centro olimpico del Coni

MilanoToday è in caricamento