Sport

Milan addio scudetto: Pazzini nel finale condanna il Diavolo

Un gol al 91' di Pazzini dà la vittoria alla Sampdoria per 2-1 contro un buon Milan ridotto in dieci per l'espulsione di Bonera. Infortunio per Ambrosini

L'utopistico pensiero tricolore per il Milan si è infranto oggi a Marassi dove i rossoneri, nel finale, hanno perso per 2 a 1 contro una gagliarda Sampdoria. Seppur con qualche sofferenza sugli esterni, la partita comincia bene per la squadra di Leonardo che va in vantaggio al 20' con uno splendido colpo di testa di Borriello. Il Milan si complica la vita nel secondo tempo e Bonera, stendeno Cassano in area, causa la sua espulsione e il calcio di rigore in favore dei blucerchiati che lo stesso talento di Bari Vecchia trasforma. Nonostante l'inferiorità numerica il Milan non soffre, anzi rischi di andare in vantaggio ma al secondo minuto di recupero la rete di Pazzini fissa il risultato sul 2 a 1 e proietta la Samp al quarto posto solitario.


Così la trasferta rossonera al Marassi non ha portato punti a un Milan in emergenza (Pirlo squalificato, Flamini infortunato, Ambrosini costretto alla sostituzione e Bonera espulso in apertura di ripresa)m allontanando definitivamente il Diavolo dal Tricolore. Dopo un avvio contratto e di studio con i padroni di casa pericolosi con Guberti e Semioli che costringono al giallo Abate e Antonini è il Milan a passare un po' a sorpresa. Da calcio d'angolo Borriello sale in cielo e in mezzo ai difensori blucerchiati fredda il suo ex compagno di squadra Storari. Il Milan potrebbe anche raddoppiare ma Mancini spreca clamorosamente il 2 a 0. La Samp si riordina a centrocampo con Poli e Palombo e minaccia la porta di Dida. Il portiere brasiliano è attento su una girata ravvicinata di Cassano e super su un colpo di testa preciso di Lucchini.
Leonardo, però, non riesce a dormire sonni tranquilli e in apertura di secondo tempo è costretto a rinunciare a Massimo Ambrosini bloccato da un infortunio muscolare ridisegnato la formazione inserendo Zambrotta. Passano pochi minuti e al 9' Bonera causa il rigore del pareggio doriano lasciando anche i suoi in 10. Il Milan in emergenza leva un impalpabile Mancini inserendo Oddo nell'insolita posizione di centrale. Borriello e Gattuso hanno anche la palla del possibile 1-2, ma nel finale il gol di Pazzini, purtroppo, non rende merito alla prestazione dei rossoneri e alla gestione di Leonardo. Addio sogni di gloria. Massimo Ambrosini, uscito ad inizio ripresa per infortunio, soffrirebbe di un risentimento all'aduttore secondo la prima analisi a caldo da parte dello staff medico rossonero. Difficile un suo recupero contro il Palermo.

 

TOP

DIDA 6,5: Ok non è il Dida in versione para tutto di alcune stagioni fa ma il portiere brasiliano con due ottime parate su Cassano e Lucchini in meno di un minuto tiene a galla il Milan nel primo tempo. Sfiora il rigore di Cassano e nel finale si salva su una mezza papera. cade solo nel recupero

FLOP

MANCINI 5: Gioca a sorpresa ma è come se non ci fosse. Ha solo il merito di firmare il corner sul gol di Borriello. Ha la palla buona per far gioire i tifosi rossoneri ma il suo tiro finisce fuori lo stadio Marassi


IL TABELLINO

Sampdoria (4-4-2): Storari 6,5; Zauri 6,5, Lucchini 7, Rossi 6, Ziegler 6; Semioli 6, Palombo 6, Poli 6,5 (34' st Tissone 5,5), Guberti 6 (21' st Mannini 6); Pazzini 6,5, Cassano 6,5. A disposizione: Guardalben, Cacciatore, Regini, Testardi, Scepovic. All. Delneri

Milan (4-2-3-1): Dida 6,5; Abate 5, Thiago Silva 5,5, Bonera 5, Antonini 6; Gattuso 5,5, Ambrosini 6 (2' st Zambrotta 5,5); Mancini 5 (10' st Oddo 5), Seedorf 6,5; Ronaldinho 6; Borriello 6,5. A disposizione: Abbiati, Albertazzi, Jankulovski, Huntelaar, Inzaghi. All. Leonardo

Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 20' Borriello (M), 9' st rigore su Cassano (S), 47' st Pazzini (S)
Ammoniti: Abate, Ambrosini, Borriello (M), Lucchini, Poli, Tissone (S)
Espulsi: Bonera (M)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan addio scudetto: Pazzini nel finale condanna il Diavolo

MilanoToday è in caricamento