Sciopero del calcio, salta la giornata di Serie C: niente Juve-Pro Sesto, né Lecco-Giana

E menomale che il presidente di Lega ha detto che sarebbe stato "il campionato della svolta"

Repertorio

Non ci sarà la prima giornata del campionato di calcio di Serie C, la LegaPro. L'Associazione italiana calciatori ha infatti proclamato uno sciopero. Saltano così tutte le gare che vedevano impegnate le squadre milanesi. Nel girone A della terza serie calcistica italiana militano attualmente infatti la Giana Erminio di Gorgonzola (Mi) e la Pro Sesto di Sesto San Giovanni (Mi).

Slittano così le partite di sabato 26 settembre Lecco - Giana, prevista per le 20.45, e Juventus U23 - Pro Sesto, che secondo il calendario doveva disputarsi il 28 settembre alle 20.45.

Le ragioni dello sciopero della Serie C

A spiegare le ragioni dello sciopero ci ha pensa l'Aic. "L’Associazione Italiana Calciatori, preso atto dell’impossibilità di raggiungere un’intesa con la Lega Pro sul regolamento del minutaggio dei giovani e l’abolizione delle liste dei giocatori utilizzabili nel Campionato di Serie C, conferma che i calciatori non scenderanno in campo nella prima giornata di campionato fissata per sabato 26 e domenica 27 settembre prossimi. L’azione di protesta nasce dall’inspiegabile passo indietro della Lega Pro, rispetto al regolamento in vigore nella precedente stagione sportiva, relativo alla reintroduzione di limitazioni, sostanzialmente obbligatorie, dell’utilizzo di un numero massimo di calciatori professionisti".

E meno male che quest'anno il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, aveva detto che sarebbe stato "il campionato della svolta". Ora bisognerà capire se lo sciopero si fermerà alla prima giornata o se invece andrà avanti fino al raggiungimento di un accordo.

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento