menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro sportivo (foto bruzzanocalcio.it)

Il centro sportivo (foto bruzzanocalcio.it)

Sfratto del Bruzzano Calcio, scoppia la polemica. Il comune: "Erano inadempienti"

Secondo Palazzo Marino, la società non ha mai presentato (dal 2010) il progetto per l'adeguamento delle tribune fuori norma. Forza Italia: "Zittiscono chi ha idee diverse dalle loro"

Scoppia la polemica sul campo da calcio di via Comasina 115, a Bruzzano. Motivo: il comune di Milano, giovedì 30 luglio, ha effettuato lo sfratto esecutivo della società concessionaria, l'Associazione calcio Bruzzano, e Forza Italia ha replicato gridando alla vergogna. Ma che cos'è successo?

L'Ac Bruzzano è concessionaria dell'impianto (comunale) dal 2010. Avrebbe però dovuto presentare un progetto di adeguamento della struttura, in particolare delle tribune che sarebbero attualmente fuori norma. "Un vizio formale - scrive in una nota Giulio Gallera, coordinatore cittadino di Forza Italia - per il quale l'amministrazione compie un gesto allucinante e di stampo sovietico", facendo intendere un intento (testualmente) di "zittire gli oppositori o chi ha idee non allineate con il partito". Forza Italia lamenta che, di fatto, è stata "anticipata" una conferenza stampa in loco, indetta giovedì pomeriggio.

"Gli sfrattati sono 250 bambini che avevano individuato nel Bruzzano un punto di riferimento per le attività sportive", aggiunge Raffaele Todaro, consigliere di zona 9: "La giunta ha messo in atto il piano di sgombero urgente, che non viene utilizzato per allontanare i rom che delinquono proprio alle spalle del campo sportivo".

Ma il Comune di Milano, sentito da MilanoToday, specifica che il Bruzzano ha ricevuto "solleciti per almeno due anni" senza dare risposte e senza consegnare il progetto a cui era tenuto. Al che, Palazzo Marino ha dichiarato decaduta la concessione. La società sportiva ha presentato un ricorso al Tar e lo ha perso. Il Comune ha indicato la data del 20 luglio per la consegna delle chiavi. In risposta, il Bruzzano ha presentato un secondo ricorso al Tar, perdendo anch'esso. "A questo punto - specificano dal Comune - nonostante dispiaccia sfrattare una società sportiva, non potevamo fare altrimenti".

Nella stagione 2015/2016 il campo verrà temporaneamente utilizzato dalla società Sempione per non lasciarlo inutilizzato, dopodiché verrà pubblicato un nuovo bando al quale - se lo riterrà - potrà partecipare anche la stessa Associazione calcio Bruzzano.

E i ragazzi attualmente iscritti al Bruzzano? Il Comune promette che la società Sempione potrà ospitarli in ogni caso nel centro sportivo di via Comasina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento