Sport

Show a San Siro: tra Milan e Real Madrid è pareggio 1 a 1

Finisce pari il big match tra Milan e Real Madrid. Una gara ricca di emozioni quella giocata ieri sera a San Siro. Benzema porta in vantaggio il Real Madrid, Ronaldinho pareggia su rigore, annullato un gol a Pato, decisive le parate di Dida

Milan e Real Madrid non si fanno male e restano appaiate a sette punti in cima alla classifica: il big match di San Siro finisce uno a uno ma le emozioni sono state tante.

A incominciare dall’accoglienza al grande ex, Kakà: un ritorno da brividi per il brasiliano, omaggiato da tutto lo stadio con applausi e uno striscione. E lui, a fine partita, ha ammesso tutta l’emozione e esternato la gratitudine per dei tifosi che non potrà scordare mai. Con questo pareggio e la concomitante vittoria tennistica del Marsiglia sullo Zurigo (sei a uno il risultato finale), i giochi si delineano: il Milan riceverà nella prossima e decisiva partita i francesi e non sarà consentito un passo falso. Basterà anche un pareggio, dando per scontato poi la vittoria a Zurigo nell’ultima partita: certo i conti è meglio farli volta per volta, battere l’Olimpique darebbe la qualificazione matematica. Insomma si profila un futuro roseo per il Milan, si può gestire un girone che dopo la clamorosa sconfitta interna contro lo Zurigo aveva assunto una brutta piega.

La conferma di Borriello al centro dell’attacco significa che in panchina è seduto Inzaghi; dall’altra parte stesso discorso per l’altro re dei gol in Europa, capitan Raul, in campo c’è Higuain dietro Benzema. Avvio tutto dei blancos che hanno una gran voglia di riscattare la sconfitta interna dell’andata. Benzema, Higuain, Sergio Ramos mettono i brividi al popolo rossonero mentre gli uomini di Leonardo attendono senza pungere più di tanto, salvo un occasione di Seedorf. È giusto allora il vantaggio di Benzema al 29’ e Kaka ci mette lo zampino: il tiro del brasiliano viene respinto a fatica da Dida, sulla respinta l’attaccante francese infila. La reazione rabbiosa dei padroni di casa non tarda ad arrivare: Zambrotta fila sulla sinistra e mette in mezzo un pallone intercettato da Pepe. La palla sbatte tra braccio e ascella, l’arbitro comunque opta per il rigore che Ronaldinho trasforma egregiamente.

E ci sarebbe anche il 2 a 1 firmato da Pato ma ingiustamente annullato per un fallo di mano. Nella ripresa è ancora il Real a spingere ma Dida si fa trovare pronto, in particolare sul finire del match con un prodigioso intervento su Raul. Risultato tutto sommato giusto, con la squadra rossonera pronta al sacrificio anche nei suoi interpreti più raffinati.

Il commento di Lenardo


 “Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra – commenta mister Leonardo – il Real meritava nel primo tempo ma poi siamo usciti alla distanza. Stiamo crescendo, stiamo raggiungendo un equilibrio, dobbiamo continuare così”.

E' stato bello incontrarli. Si è creata subito un'atmosfera da grandi cose e questa squadra sente questo clima". E' questo il commento del tecnico rossonero al bel match disputato ieri sera a San Siro contro il Real Madrid.

Si rammarica un po' del bis mancato dopo la vittoria del Bernabeu di appena 15 giorni fa: "Nel primo tempo hanno giocato meglio, ma non hanno creato occasioni clamorose. Noi stavamo troppo 'bassi' - dice Leonardo.

Che continua: "Nel secondo siamo stati più pericolosi e potevamo vincere. Ma forse l'1-1 è il risultato giusto". Per l'allenatore del Milan tutto sommato il rigore dato ai suoi c'era e il gol annullato a Pato sembrava regolare. Ma sopra a tutto c'é la crescita ormai consolidata della squadra: "Abbiamo trovato un equilibrio e i giocatori sono felici di giocare così. Oggi ho visto capacità di soffrire e di sacrificarsi durante la partita".

Il tabellino

Milan (4-2-3-1): Dida 7, Oddo 6, Nesta 6.5, Thiago Silva 6, Zambrotta 6.5, Ambrosini 7, Pirlo 6, Pato 6.5, Seedorf 6.5, Ronaldinho 6.5, Borriello 6 (34' st Inzaghi sv). (31 Roma, 4 Kaladze, 20 Abate, 16 Flamini, 8 Gattuso, 11 Huntelaar). All. Leonardo 6.5.

Real Madrid (4-2-2-2): Casillas 6, Sergio Ramos 6, Albiol 5.5, Pepe 6, Arbeloa 5, L. Diarra 6, Xabi Alonso 6, Kakà 6.5, Marcelo 5.5, Higuain 5 (30' st Raul 6.5), Benzema 6.5 (37' st Van Nistelrooy sv). (13 Dudek, 6 M.Diarra, 5 Gago, 24 Granero, 23 Van der Vaart) All.: Pellegrini 6. Arbitro: Felix Brych (Germania) 5.

Reti: nel pt 29 Benzema, 35' Ronaldinho su rigore. Angoli: 7-4 per il Real. Recupero: 1' e 2'. Ammoniti: Pato per comportamento non regolamentare, Pepe, Marcelo e Arbeloa per gioco falloso. Spettatori: 75.902 **

I GOL: - 29' st: percussione dalla trequarti di Kakà, si accentra e da poco fuori dall'area lascia partire un rasoterra che Dida non trattiene. Benzema è in agguato e insacca da pochi passi. - 35': Discesa sulla sinistra di Zambrotta, che mette in mezzo un pallone intercettato da Pepe con il braccio. Per l'arbitro è rigore e Ronaldinho segna dal dischetto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Show a San Siro: tra Milan e Real Madrid è pareggio 1 a 1

MilanoToday è in caricamento