Lunedì, 21 Giugno 2021
Sport

Simone Inzaghi-Inter, è fatta: ecco quanto guadagnerà

Con un'operazione lampo e sottotraccia, i nerazzurri hanno bloccato il piacentino. In serata dovrebbe esserci l'accordo

Simone Inzaghi (foto Wikicommons)

Simone Inzaghi sarà con ogni probabilità il nuovo allenatore dell'Inter. Manca solo la firma, ma l'accordo pare sia già stato trovato. Marotta, ad dell'Inter, ha detto che "entro sera" è possibile che l'Inter abbia un nuovo allenatore.

Il piacentino, quest'anno sulla panchina della Lazio, non sarà più il mister biancoceleste nel 2021/2022. Pare infatti che fosse fatta con Lotito, presidente laziale, per il rinnovo, ma non è stato così.

Troppe le distanze su cifre contrattuali e obbiettivi di rosa, nonostante una recentissima cena chiarificatrice. E così, il procuratore di Inzaghi, Tullio Tinti, è stato visto con insistenza in viale Liberazione, sede nerazzurra. Fino alla firma, che dovrebbe avvenire nelle prossime ore. Secondo quanto è trapelato, Inzaghi dovrebbe strappare un accordo biennale con 4 milioni di euro di salario oltre ai bonus per i risultati. L'offerta di Lotito, invece, si fermava a 2 milioni. 

La carriera

45 anni, piacentino, ha giocato come attaccante, quasi sempre in serie A. Talento precoce ma mai completamente sbocciato, perennemente all'ombra del fratello Filippo, ha alternato stagioni discrete ad anni di scarsa vena realizzativa. In serie A è andato in doppia cifra solo con il Piacenza, 15 gol nel 1998-1999. Poi un decennio alla Lazio (28 gol in campionato con oltre 100 presenze) con parentesi alla Sampdoria e all'Atalanta. Gli almanacchi segnalano 3 presenze in nazionale maggiore. Meglio il suo cammino in Europa, dove è recordman di reti laziale: 20 gol.

Più sostanziosa la carriera da allenatore, che lo ha visto crescere tappa su tappa nell'alveo laziale, dall'allievi regionali fino alla prima squadra passando per la primavera, dove è stato allenatore dal 2016 (brevissima la parentesi di Bielsa che è stato sostituito nella seconda stagione). Nel mezzo buone stagioni di vertice (un quarto posto, qualificazioni in Champions e 3 trofei, 2 Supercoppe e una Coppa Italia) fino alla fine dell'esperienza romana e l'arrivo a Milano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simone Inzaghi-Inter, è fatta: ecco quanto guadagnerà

MilanoToday è in caricamento