Inter, la Curva Nord rende onore al presidente Steven Zhang (e attacca Enrico Mentana)

Doppio striscione in città a firma curva Nord dopo l'attacco di Zhang a Paolo Dal Pino

Lo striscione per Steven Zhang

Una carezza al presidente e un attacco a uno dei tifosi più celebri. Doppio blitz a firma curva Nord martedì sera, con gli ultras interisti che hanno voluto dire la loro - ancora una volta - sul "caso Juve-Inter", la partita che doveva giocarsi domenica 1 marzo a porte chiuse per l'emergenza Coronavirus e poi rinviata, per ora, al 13 maggio per decisione della Lega

I tifosi hanno infatti esposto uno striscione sotto la sede dell'Inter - in zona Porta Nuova - con la scritta: "Proud of you Steven Zhang", "orgogliosi di te Steven Zhang", dopo che il "boss" nerazzurro nella tarda serata di lunedì era letteralmente "esploso" contro il presidente di Lega, Paolo Dal Pino, dandogli del "pagliaccio". 

Il Coronavirus ferma anche la coppa Italia: Juve-Milan rinviata

Inter, striscione contro Mentana

Proprio contro quelle parole - arrivate da una "storia" su Instagram - si era schierato apertamente Enrico Mentana, storico tifoso della Beneamata, che su Facebook aveva commentato: "Un presidente di società di serie A non può dare del pagliaccio al presidente della Lega Calcio. È vergognoso. Danneggia il suo club, delegittima il sistema, fa pensare a sostenitori e avversari che alla guida dell'Inter ci sia non una figura di polso ma un ragazzino miliardario che non va lasciato solo nemmeno sui social". 

E la reazione della Nord non si è fatta attendere. Gli ultras, infatti, hanno lasciato sotto la sede meneghina di La7 - e lo stesso hanno fatto sotto quella romana - uno striscione dedicato al giornalista: "Mentana - si legge - è per servi del sistema come te che gente di m*** come Agnelli governa il calcio". 

Foto - Lo striscione contro Mentana

striscione curva nord mentana-2

La protesta sotto la Lega

Gli ultras della Curva Nord già sabato sera e domenica si erano radunati sotto la Lega e avevano esposto alcuni striscioni facendo riferimento a una "nuova Calciopoli" e chiedendo rispetto per i tifosi.

"Finalmente un presidente che dice le cose come stanno - avevano poi scritto martedì mattina sulla loro pagina ufficiale -. L’ipocrisia dilagante peggio del virus ed il servilismo verso i soliti ipocriti che vogliono vincere a tutti i costi per una volta è servita. Finalmente anche a livello dirigenziale si sentono parole che mettono in secondo piano il business e al centro i valori. Speriamo sia la volta buona che il mondo del calcio italiano si svegli e prenda esempio. Non può esser sempre e solo una questione di vincere a tutti i costi o di ricavi e profitti".

"Onore a Zhang - avevano concluso -, orgogliosi del nostro Presidente". Poi sono arrivati gli striscioni.

Foto - La protesta della Nord sotto la Lega

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

curva nord lega calciopoli-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento